Mandato d’arresto europeo, torna in carcere Vincenzo faggioli

Scritto da , 27 Luglio 2020
image_pdfimage_print

Gli Agenti della Polizia di Stato hanno arrestato Vincenzo Faggioli, ex collaboratore di giustizia, latitante per i reati di associazione di tipo mafioso, estorsione e porto di armi in luogo pubblico. L’uomo è stato tratto in arresto a seguito delle articolate indagini condotte dalla squadra mobile di Salerno e di Vercelli, coordinate dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Salerno, nella mattinata del 25 luglio u.s, presso la stazione di Ventimiglia (IM) reati di cui sopra, per i quali il Faggioli deve scontare un residuo di pena di anni 9 mesi 1 e giorni 19 di reclusione e una multa di euro 4.500,00. Dal 1° luglio 2019 risiedeva in provincia di Vercelli, ove viveva in regime di detenzione domiciliare con permesso di assentarsi; nei giorni successivi il predetto si allontanava arbitrariamente dal domicilio facendo perdere le proprie tracce e divenendo di fatto latitante Venivano avviate immediatamente le indagini congiunte da parte della squadra mobile di Salerno e Vercelli e con l’acquisizione dei tabulati si riuscivano a ricostruire i movimenti dell’indagato dai quali si evinceva la sua permeanza in territorio transalpino e più precisamente nella zona di Antibes, nelle località di Place Vilmorin e Juan Les Pins. In data 9 luglio u.s. questa Direzione Distrettuale Antimafia emetteva Mandato di Arresto Europeo a carico di Faggioli, rendendo esecutivo anche al di fuori del territorio nazionale il provvedimento SIEP nr.182/2016. Dopo la notifica e l’esecuzione del provvedimento di cui era destinatario, il Faggioli, è stato associato alla Casa Circondariale di Sanremo (IM).

Consiglia

Lascia un commento

Puoi eseguire il login con Facebook

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per completare inserire risultato e prosegui * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->