Mancata rifornitura di divise, il Comue dovrà rimborsare 150mila euro alla Polizia locale

Scritto da , 13 novembre 2018
image_pdfimage_print

di mc

Guai finanziari per il Comune di Pagani. L’Ente è stato condannato a risarcire la polizia locale per oltre 150 mila euro, a causa della mancata rifornitura di nuove uniformi. Ora il Comune ricorrerà in secondo grado di giudizio, oppure cercherà un accordo economico con il suo personale affinchè si chiarisca la vicenda.
Il caso è stato portato strenuamente avanti dal sindacato della Csa, e in particolar modo dalla segretaria provinciale Lucia Pagano. Sostenuta dall’avvocato Gerardo Ferraioli, la vicenda della Pagano è approdata al tribunale di Nocera Inferiore, nella sezione lavoro. La sentenza è stata pubblicata nei giorni scorsi, dando un ulteriore batosta al bilancio dell’Ente paganese, già duramente colpito dai tanti debiti fuori bilancio su cui sta anche lavorando il Revisore dei conti. Intanto il giudice Francesco Ruggiero ha deciso che il Comune sarà costretto a risarcire i 22 agenti di polizia per una somma di circa 6200€ cadauno, più il rimborso delle spese processuali, altri 1500€ ciascuno. Gli agenti di polizia, infatti, sarebbero stati costretti ad indossare le stesse divise, sia quella estiva che quella invernale, date loro nel lontano inverno 2008 e nella lontana estate 2009. Oltre a dover indossare delle divise vecchie e logore, gli agenti hanno dovuto provvedere anche al lavaggio delle stesse. Ma ora il Comune dovrà rimborsare loro quanto speso.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->