Mancano i posti auto in via Canalone, si riaccende la polemica: allargare carreggiata

Scritto da , 4 Aprile 2021
image_pdfimage_print

Erika Noschese

Procedere all’allargamento della carreggiata al fine di creare spazi per la sosta degli autoveicoli ed evitare, così, pericoli per i residenti. È la richiesta avanzata dal capogruppo al Comune di Forza Italia, Roberto Celano che riaccende i riflettori sulla difficoltà che vivono i residenti della zona più alta di via Canalone che convivono da lustri con disagi gravosi, in merito alla difficoltà di parcheggio per l’assenza di spazi appositamente adibiti. “Si apprende con favore la decisione di adibire, allestendolo, così come in passato da noi richiesto, l’ex campetto rionale (nella speranza però lo stesso venga rapidamente realizzato altrove in zona, attesa l’assenza di altri spazi socio-ricreativi per i giovani) che però non risolverebbe il problema a chi abita nella parte terminale della suddetta strada – ha dichiarato il consigliere Celano Attualmente i residenti in questione sono costretti a parcheggiare in doppia fila lasciando, anche di notte, le chiavi in auto per consentire eventuali spostamenti”. Per il capogruppo degli azzurri, infatti, tale modalità di parcheggio, determinata dall’assenza di spazi e dalla impossibilità di parcheggiare in zone oltremodo distanti, ha già creato, anche di recente, problemi di sicurezza per le difficoltà incorse da ambulanze a raggiungere la zona. Nello specifico, i mezzi di soccorso, in particolare nelle ore notturne, sono impossibilitati a raggiungere le abitazioni ubicate nella parte terminale di via Canalone, in quanto incorrerebbero in indubbie difficoltà di girare i veicoli, rischiando di pregiudicare lo stesso intervento a favore dei residenti che richiedono soccorso. Da qui la richiesta all’amministrazione per sapere se intende verificare con urgenza la possibilità di procedere all’allargamento della carreggiata, al fine di creare gli spazi per la sosta degli autoveicoli ed evitare pericoli per i residenti, in particolare anziani, del rione. In alternativa sarebbe possibile, previo esproprio per pubblica utilità dell’area necessaria, realizzare un parcheggio in un terreno di proprietà di privati ubicato in prossimità delle abitazioni; se si è coscienti dei rischi con cui i residenti della zona alta di via Canalone, vessati, tra l’altro, come tutti i Salernitani da una pressione tributaria indecente, siano costretti a convivere a causa dell’inerzia di un’Amministrazione incapace di assicurare servizi necessari ed essenziali e consentire ai cittadini di vivere con tranquillità e spensieratezza.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->