M5S: «Portiamo la realtà dei cittadini in Parlamento»

Scritto da , 26 febbraio 2013
image_pdfimage_print

Porteranno la realtà dei cittadini in Parlamento. Incontenibile la gioia degli attivisti del Movimento 5 Stelle, riunitisi presso il loro comitato elettorale in via Duomo, dopo lo strepitoso risultato ottenuto non soltanto a livello nazionale, ma anche a livello locale. A Salerno irrompe il Movimento 5 Stelle che per quanto concerne il Senato incassa la percentuale del 21.66 e alla Camera il 23,52%. 
Di «risultato meraviglioso» ha parlato il neo senatore targato M5S, Andrea Cioffi, che al tempo stesso ha ricordato come questa sia «una responsabilità impressionante» perché ora in Parlamento «ci sono persone normali, cittadini, che si contrapporranno ad un sistema ingessato portando alla Camera e al Senato la realtà delle persone normali». Sulla labilità della governabilità del paese, Cioffi è estremamente critico e nel suo pensiero è semplicemente racchiuso quello che il Movimento 5 Stelle farà una volta che i suoi militanti saranno seduti tra gli scranni romani: «Noi portiamo e vogliamo idee – afferma ancora l’ingegnere salernitano – questo è il post ideologico. A noi non interessa la questione della fiducia: a noi interessano gli atti. Se riteniamo un atto, una legge, giusto lo votiamo a prescindere da chi è il proponente; stesso discorso vale all’inverso nel senso che non diremo mai di no per partito preso. Bisogna andare oltre queste logiche: metteremo al servizio dei cittadini le leggi, lasciando a loro, di fatto, anche la possibilità di darci una indicazione di voto». 
Un lavoro sul territorio che parte da lontano quello del Movimento 5 Stelle che a Salerno, da quelle elezioni amministrative del 2011 quando alla carica di sindaco fu candidato lo stesso Andrea Cioffi, ottenendo un ottimo risultato anche in quell’occasione. «Ci siamo impegnati al massimo sul territorio in tutto questo tempo – spiega Cioffi – All’epoca delle amministrative pensavano fossimo pazzi a metterci contro il “potere” perché noi non eravamo contro De Luca, ma contro un “potere”. Quella, come esattamente questa, fu una campagna d’educazione civica perché votare non è solo mettere una crocetta. Le persone devono, infatti, ricominciare ad interessarsi ai propri territori, ai propri luoghi, alla cosa pubblica, ai posti dove vivono». Ma quale è la forza del Movimento 5 Stelle e perché una così forte affermazione praticamente ovunque? La risposta di Andrea Cioffi è diretta, chiara, netta: «Andiamo avanti con la forza della verità, perché la verità distrugge tutto». Ora la nuova sfida per Cioffi che certamente approderà al Senato, così come i giovanissimi Angelo Tofalo e Silvia Giordano siederanno alla Camera. 

 

26 febbraio 2013

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->