Lutto Famiglia Faella

Scritto da , 12 aprile 2015
image_pdfimage_print

 

 CAVA DE’ TIRRENI: Ieri è mancato ai vivi, l’Ingegnere Umberto Faella. In tempi “usa e getta” – anche la coscienza e i sentimenti, disvivere più che vivere -, ossia la vita quotidiana intesa quale consumo veloce, consunzione oscura, spendita e ricarica inerti, abbandono, cieca soddisfazione, sopraffazione, una parola, il sorriso di Umberto, potevano assolverti e redimere. Sull’affiorare insistente, sottile e nostalgico di emozioni, colori, profumi, vivificati dall’ascolto di una specie di racconto, un filo di storia breve e pur intenso “pieno”, oggi reso disperato, e insostenibile, per la famiglia e tutti gli amici, dall’agire quieto, incessante e inesorabile, delle grandi leggi di natura, capaci di svelare il segreto di quell’anima senza tradirla, gettandovi soltanto un raggio di luce obliqua, scopriamo dentro di noi una nuova, particolare qualità d’animo, un patrimonio di sentimenti e valori ricchissimo, quell’educazione all’amore che Umberto col suo esempio, nel suo passaggio terreno è riuscito a trasmetterci. La cerimonia funebre verrà celebrata nel pomeriggio nel Santuario di San Francesco e Sant’ Antonio alle ore 15,30. Renato Santolia e Rosa Maria Russo, prima suoi allievi e in seguito suoi collaboratori, piangono un maestro e un amico, che ha insegnato loro ben oltre la materia tecnica , la volontà, l’autodisciplina, la serenità della valutazione introspettiva, l’umiltà, la cosiddetta “passione”, fondamentale per ambire a qualsivoglia traguardo. Renato e Rosa Maria si stringono al dolore della famiglia  unitamente all’intera redazione di Cronache del Salernitano, esprimendo loro le più sentite condoglianze.

 

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->