Lutto Famiglia Boccia-Vicidomini

Scritto da , 28 dicembre 2015

LUTTO FAMIGLIA BOCCIA-VICIDOMINI

 …La strada sgombra

non è una via, solo due mani, un volto,

quelle mani, quel volto, il gesto d’una

vita che non è un’altra ma se stessa,

solo questo ti pone nell’eliso

folto d’anime e voci in cui tu vivi;

e la domanda che tu lasci è anch’essa

un gesto tuo, all’ombra delle croci. (Eugenio Montale)

Nel pomeriggio del 23 dicembre è mancata ai vivi, in Parigi, Rosa Boccia. Sull’affiorare insistente, sottile e nostalgico di emozioni, colori, profumi, vivificati dall’ascolto di una specie di racconto, un filo di storia breve e pur intenso “pieno”, oggi reso disperato, e insostenibile, per la famiglia e tutti gli amici, dall’agire quieto, incessante e inesorabile, delle grandi leggi di natura, capaci di svelare il segreto di quell’anima senza tradirla, gettandovi soltanto un raggio di luce obliqua, scopriamo dentro di noi una nuova, particolare qualità d’animo, un patrimonio di sentimenti e valori ricchissimo, quell’educazione all’amore che col suo esempio, nel suo passaggio terreno è riuscita a trasmetterci. Il rito religioso si svolgerà sabato 2 gennaio nella chiesa del Sacro Cuore, alle ore16, in Piazza Ferrovia. Nel rinnovare il ricordo della figura umanissima della indomita Rosa, l’intera redazione di Le Cronache, si stringe al vedovo Giuseppe Vicidomini, alla piccola Anthonia Emmanuelle, alla inconsolabile madre Giuseppina Catapano, unitamente al padre Giovanni e alle sorelle Margherita e Antonella e i fratelli Amedeo, Francesco e Saverio.

Consiglia