Lungomare: Il Comune impegna 25 milioni per il progetto d’interventi

Scritto da , 11 Aprile 2013
image_pdfimage_print

Lungomare cittadino nuovamente nel mirino. Venticinque milioni di euro per il progetto preliminare degli interventi di difesa, riqualificazione e di valorizzazione della costa del Comune di Salerno, ambito 1. 
E’ questa la somma impegnata dall’amministrazione comunale nel titolo II delle spese in conto capitale con la delibera di Giunta comunale numero 69 dello scorso 15 marzo. 
Un progetto trasmesso dall’Ati Thetis spa (capogruppo dell’insieme di imprese – insieme a Lotti & associati spa, all’architetto Monica Giannattasio e all’ingegnere Franco Giuducci – vincitore del concorso internazionale di idee indetto il 2 febbraio 2007 dal Comune di Salerno) e dell’importo complessivo di 29 milioni e 300 mila euro. Un intervento che riguarderà l’area del lungomare cittadino a partire dalla spiaggia di Santa Teresa e fino alla foce del fiume Irno, ad esclusione dell’ampliamento del porto Masuccio salernitano. 
Il masterplan interessa un’area di circa 800.000 metri quadri e prevede diversi interventi tra cui la costruzione di barriere soffolte per la protezione del litorale dall’erosione dovuta alle mareggiate in sostituzione dell’attuale scogliera emersa
Costruzione di barriere soffolte per la protezione del litorale dall’erosione dovuta alle mareggiate; un rinascimento per garantire un’ampiezza di spiaggia di almeno 20 m, con due pennelli di contenimento laterale e l’ampliamento della spiaggia di Santa Teresa, su un tratto di circa 280 metri. Questi a grandi linee i punti salienti che dovrebbero essere presenti nel progetto preliminare: una corposa documentazione inerente le opere idrauliche su cui la Giunta comunale ha espresso parere favorevole. Documentazione di cui, nell’albo pretorio del Comune di Salerno in allegato alla delibera di approvazione, non c’è traccia. Insomma, si impegnano 25 milioni di euro di spesa ma i cittadini, almeno al momento, non sapranno perché. Ma per risolvere il problema il gruppo di cittadinanza attiva Figli delle Chiancarelle e l’associazione ambientalista Italia Nostra sono già pronti a richiedere l’accesso agli atti comunali al fine di poter prendere visione di quanto effettivamente sarà realizzato nell’area del lungomare di Salerno.
E in una riunione di Giunta comunale in cui si delibera l’approvazione di un progetto preliminare che prevede un impegno di spesa da parte dell’amministrazione della considerevole cifra di 25 milioni di euro, non sono presenti né il primo cittadino (ma le presenze di Vincenzo De Luca in giunta si contano sulle dita di una mano) né l’assessore al bilancio, Alfonso Buonaiuto.
Ora bisognerà solo attendere il progetto definitivo da parte della Thetis e la sua esecuzione, ma soprattutto bisognerà sapere quale impatto gli interventi previsti avranno sulla attuale conformazione dell’area interessata dalle opere idrauliche degli interventi di difesa, riqualificazione e valorizzazione della costa del Comune di Salerno.

 

11 aprile 2013

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->