Luci d’artista in tutta la città, iniziata la raccolta firme tra i commercianti

di Monica De Santis

Iniziata ieri la raccolta firme tra commercianti, promossa dall’Aisp Salerno e già si registrano decine e decine di adesioni. A comunicarlo è il vice presidente dell’Aisp Donato Giudice, che fa sapere che sono soprattutto i commercianti della zona orientale ad essersi mobilità nella raccolta firme. Una spinta che arriva dopo l’annuncio da parte dell’amministrazione comunale dell’inizio del montaggio delle luci d’artista…. “Siamo pronti a lottare affinchè nella zona orientale quest’anno le luci d’artista siano davvero un’attrattiva proprio come quelle che vengono messe nel centro città” spiega Giudice. Ciò che c preoccupa è che l’amministrazione comunale ora pensi solo a piazza Della Libertà, dimenticandosi ancora una volta dei quartieri come Torrione, Pastena, Mercatello e della zona Carmine. Questo noi non lo permetteremo e la grande risposta che stiamo avendo con la raccolta delle firme ci fa ben capire che tutti i commercianti e anche molti cittadini vogliono le luci nei loro quartieri e non in piazza Della Libertà. La raccolta firme non riguarda però solo le Luci d’Artista ma anche altre due proposte. Ovvero il Capodanno in piazza e le tariffe parcheggio in pieno centro città. “Chiediamo che il concerto di Capodanno non venga assolutamente spostato da Piazza Amendola, l’indotto che, questo favorisce al commercio salernitano di tutto il centro storico non deve essere sottratto per nessun motivo, anche se questo fosse Piazza della Libertà. Le nostre tradizioni e ciò che ne conviene non devono assolutamente essere toccate né tantomeno cancellate; ed ancora i parcheggi nella nostra città non possono essere un lusso, è inammissibile. Ad ottobre saranno disponibili altri 600 posti auto per gli avventori, e questo dovrebbe portare ad accogliere la proposta di abbassare le tariffe, che è stata già pervenuta al Comune di Salerno”. Giudice fa sapere che la raccolta firme proseguirà ancora per qualche giorno, prima di presentarle all’Amministrazione Comunale, intanto restano in attesa di una risposta alle loro proposte da parte del sindaco uscente prima delle votazioni… “Ci piacerebbe capire le intenzioni sia del sindaco Napoli che degli altri candidati a sindaco prima di andare a votare. E’ giusto che ci venga detto chiaramente cosa vogliono fare, così da poter decidere anche noi chi sostenere”. Intanto si rinnova l’invito ai commercianti, ma anche ai residenti a firmare la petizione e a sostenere la proposta di illuminare al meglio non solo le vie del centro città. Perchè Salerno non è solo il corso Vittorio Emanuele, la villa Comunale e via Dei Mercanti, ma anche il Carmine, Torrione, Pastena e tutte le altre vie commerciali.