Luci d’artista, De Magistris si arrabbia con De Luca

Scritto da , 10 Novembre 2012
image_pdfimage_print

Scontro politico – istituzionale Napoli – Salerno per l’iniziativa che prevede l’accensione delle Luci d’Artista di Salerno a San Gregorio Armeno. De Magistris, il Sindaco di Napoli ha così spiegato il motivo della sua non partecipazione all’accensione: “Non ci siamo perché è un’iniziativa che ha preso una piega che non ci piace” – ha detto il sindaco di Napoli rispondendo a una domanda in merito all’accensione a San Gregorio Armeno

“Non può essere – ha affermato De Magistris – che quell’iniziativa passi come il sindaco di Salerno che viene a Napoli a inaugurare il Natale perché non è così, e una fandonia, una falsità. E’ come se io andassi a Salerno a fare la Piedigrotta”.

Il sindaco ha sottolineato di essere ” ben felice di stringere accordi con le associazioni, come stiamo facendo con la Camera di Commercio, e altri sindaci come ho fatto con Torino, Milano, Palermo, Reggio Calabria”.

“Tra le istituzioni, le città e i sindaci ci sono regole istituzionali – ha precisato – se uno fa iniziative meritevoli e le fa passare per iniziative politiche allora non ci andiamo perché non ci appartiene e lo lasciamo al corso degli eventi”. “C’é chi le cose le sa fare bene – ha concluso – e chi cerca di fare le solite strumentalizzazioni politiche”.

L’evento è stato organizzato nell’ambito di un “gemellaggio culturale” tra le due città che nei prossimi giorni vedrà l’esposizione di presepi di valore artistico del ‘700 napoletano nel Tempio di Pomona del capoluogo salernitano. De Magistris ha sottolineato che Napoli avra’ il suo Natale, con “iniziative molto belle” malgrado “le poche risorse che – ha concluso – abbiamo, perché noi non abbiamo i milioni di De Luca”.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->