Lotito: Squadra super, ma i tifosi?

Scritto da , 25 Novembre 2012
image_pdfimage_print

“La Salernitana ha mostrato un grande valore, anche agonistico. La squadra ha stentato nel primo quarto d’ora poi ha trovato la quadratura”. A dirlo patron Lotito a fine partita nella Sala Stampa dell’Arechi: “Il rigore nel finale ha creato un po’ di apprensione ma il risultato non è stato in discussione. Questa è una squadra forte, allestita per poter competere alla pari con tutti. Abbiamo sofferto sempre delle problematiche con la mancanza di alcuni giocatori importanti come Emmanuel, Mounard, Luciani, Chirieletti ecc. Oggi giocavamo con un terzino adattato, Tuia che non è fludificante. La riforma dei campionati? Ho un dubbio. Ma ci saranno 60 squadra in grado di poter ottemperare ai criteri molto rigidi stabiliti? Ho i miei dubbi che ci saranno queste squadre. Oggi il sistema non regge più. Bisogna fare un bello scalino tra i dilettanti ed il professionismo. Bisogna fare un bello scalino e far andare avanti chi ha le strutture”.

Lotito poi parla dei tifosi: “C’è bisogno di maggiore presenza di tifosi all’Arechi, c’è bisogno di più pubblico. Si passa dai 7 mila con l’Aprilia ai 1800 di Melfi ai 4 mila di oggi. C’è qualcosa che non va. I tifosi devono far sentire di più la loro presenza. Quattromila sono tanti in seconda divisione ma questa è una squadra importante e merita di avere un tifo importante. Tra l’altro la presenza dei tifosi dà maggiore spinta alla squadra”.

Tornando al dato tecnico Lotito dice: “I voti al mister? Non do voti. Oggi ci sono state delle cose buone ed altre meno buone. Il presidente non deve fare scelte, io posso esprimere giudizi esterni come spettatore. Penso di avere un minimo di conoscenze tecniche. Questa è una squadra di parecchie prime donne. Gestirla non è facile”.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->