Lotito : ”Oggi dimostrato che calciatori e società non indegni di questi colori”

Scritto da , 21 febbraio 2016

E’ un Claudio Lotito determinato quello in sala stampa all’Arechi dopo il match contro il Crotone: “Sono due punti persi ed avremmo meritato la vittoria. Ci davano tutti per morti alla vigilia di questa gara ed alla fine stiamo qui a recriminare una vittoria mancata. Prendo in positivo la reazione della squadra, lo spirito di gruppo e la volontà vista in campo. In rapporto alle potenzialità la Salernitana non merita la posizione di classifica che occupa”.

Per il Patron granata sta per iniziare un nuovo corso: “E’ cambiato l’assetto totale. Abbiamo cambiato giocatori, allenatore e staff tecnico ed ora Menichini ha ben chiaro l’impianto che ha a disposizione e potrà fare le giuste scelte di partita in partita. Sono venuto a Salerno da ieri ed ho avuto un incontro con la squadra durante il quale ho ribadito che hanno le potenzialità per poter combattere alla pari con tutti. Da oggi la Salernitana è una macchina che ha avuto l’equilibratura e la convergenza ed ora si trova in un assetto tale che può combattere in partenza contro tutti”.

Lotito chiosa sulla contestazione ricevuta dalla Salernitana in settimana:“Sono fiducioso che alla fine la Salernitana si tirerà fuori da questa situazione che non gli appartiene. La squadra ha bisogno di serenità, umiltà, concentrazione e l’apporto dell’ambiente. Oggi abbiamo dimostrato che i calciatori e la società non è indegna di questi colori.

Oggi trovare un imprenditore in grado di guidare una società con una gestione sana e trasparente non è una cosa semplice. Con le nuove norme devi mettere i soldini e se non ripiani non ti iscrivi al campionato. Il percorso di questa società è inattaccabile. La Salernitana è stata presa in eccellenza, è stata ripescata in Serie D grazie all’apporto economico di qualcuno. In 4 anni abbiamo vinto 3 campionati e due trofei entrando anche nei play off prima di vincere lo scorso anno. Tra l’altro abbiamo sempre vinto i campionati stracciandoli. Quest’anno avevo sempre detto che doveva essere un campionato in cui bisognava ambientarsi in cadetteria e salvarsi.”

“Il sottoscritto in prima persona non aveva seguito tutto. Poi mi sono intromesso da gennaio acquistando 9 calciatori, cambiando l’allenatore ed alcune disposizioni. Noi non seguiamo i nomi. A noi interessa uno spirito di gruppo come ieri sera che abbiamo fatto una riunione con la squadra che oggi ho visto in campo. Quelli che sono venuti non sono arrivati per svernare. Chi vuole vada chi non vuole mandi. Lotito ha demandato perché siccome venivamo da un campionato di lega Pro nel qualche avevamo preso alcuni impegni con alcuni giocatori abbiamo dato corso a questi impegni. Le persone poi non si sono rivelate di qualità o idonee alla piazza e l’esperienza del sottoscritto ha portato un clima completamente diverso. Sino ad ora ci abbiamo rimesso 15 milioni di euro senza guadagnarci nulla”

Riprenderebbe Torrente? “La scelta del Mister è stata frutto di una opzione non mia ma da me avallata. Ora abbiamo interrotto un percorso ed intrapreso un altro. Il mago di Arcella non lo faccio. Mi auguro che la squadra combatta tutte le altre partite con questo spirito. Nessuno avrebbe puntato un centesimo alla vigilia contro il Crotone. A bocce ferme stiamo parlando di 2 punti persi. Se tutti siamo uniti possiamo creare le condizioni per ripartire in un’ottica diversa. Che percentuale di salvezza ha la Salernitana? Non faccio pronostici perché siamo nel campo dei ‘se’. ”

Consiglia

Cronaca

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->