Lotito fa il tutto esaurito… di critiche

Scritto da , 16 febbraio 2013
image_pdfimage_print

 Su una cosa Claudio Lotito ha ragione: ci vuole rispetto per le persone. Rispetto soprattutto per chi ama i colori granata da una vita e che, dopo tante delusioni ed umiliazioni, stava cominciando a vedere la luce in fondo al tunnel. Ed invece ci si è messo il patron, con l’ennesimo affondo nei confronti della tifoseria condito dalle minacce di abbandonare la Salernitana consegnandola nelle mani del sindaco, a guastare la vigilia della ripresa del campionato. Sì, perchè oggi si gioca. Dopo una settimana di riposo, la Salernitana capolista torna in campo contro un avversario non irresistibile, la Vigor Lamezia, che peraltro giunge all’Arechi in piena emergenza. Un bocconcino facile facile per i granata, che molto probabilmente torneranno al 4-3-1-2 con il recuperato Mounard alle spalle del tandem offensivo Ginestra-Guazzo, ma non è proprio così. Perchè la vigilia è stata tormentata, nonostante il sabato salernitano trascorso accanto alla squadra da Mezzaroma ma non da Lotito. Oggi entrambi sono annunciati all’Arechi. Intano ieri, ironia della sorte, c’è stata una impennata in prevendita. In poche ore sono stati staccati quasi tremila tagliandi, un dato davvero importante che può essere visto anche come una risposta simbolica da parte della tifoseria granata al patron. Cosa potrebbe succedere questo pomeriggio all’Arechi è davvero difficile prevederlo. Lotito, come è abituato a fare dopo aver assistito alle partite della Salernitana dalla tribuna, potrebbe fermarsi a parlare nel piazzale antistante. Stavolta però il patron potrebbe non trovare il solito clima disteso ma animi esacerbati dalle sue continue invettive che probabilmente nascondono altre problematiche di cui, almeno per ora, non è dato sapere. Perchè Lotito ce l’avrà anche con gli assenti, ma quando si dubita dell’amore viscerale che questa tifoseria prova nei confronti della Salernitana tutti, ma proprio tutti, si sentono chiamati in causa.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->