Lotito contro gli ultras: “Tifosi destabilizzanti: Su di loro un’inchiesta”

Scritto da , 9 giugno 2016
image_pdfimage_print

E’ un Claudio Lotito furioso, aggressivo e se vogliamo più irritante del solito quello che si è presentato dopo tanto tempo davanti a microfoni e taccuini dopo il match tra Salernitana e Lanciano che ha sancito la salvezza della sua compagine. Il patron granata ha attaccato giornalisti, tifosi ed anche la storia quasi centenaria della sua stessa squadra, la Salernitana: “Quell’80% di tifosi che ha intonato cori contro di me non vengono da Salerno e l’episodio è oggetto di indagini da parte delle autorità. Lo vedrete, sono tentativi di destabilizzazione nei miei confronti, ne vedrete delle belle. Le cose che non hanno senso, non le considero. Dante diceva non ti curar di loro, ma guarda e passa”. E subito dopo Lotito si scatena con la solita solfa: “Prima di noi questa squadra non ha mai militato nelle alte sfere del calcio italiano. Abbiamo investito 14 milioni di euro portando la Salernitana in B in 4 anni senza alcun ritorno. Voglio vedere quante persone sono disposte a farlo. La storia? L’ho comprata io, dove stavate senza di me? In Eccellenza. Di che parlavate senza di me? Vediamola la storia della Salernitana, ha militato per l’80% in serie C. Questa società -continua il patron- ha investito e tanto, siamo al settimo posto nel monte ingaggi. Non ho avuto nessun ritorno (frase sibillina ndr), ho speso i soldi solo per far divertire la gente. Il futuro? Se non ci volete ce ne andiamo”. Sulle problematiche che hanno contraddistinto la stagione della Salernitana, Lotito cade ancora una volta in piedi: “Quest’anno doveva essere un campionato d’assestamento e dovevamo salvarci, l’avevamo detto dall’inizio. Ci si sono messi tanti infortuni, reparti interi che crollavano. Andavano in tandem con la Lazio, ce avranno fatto ‘na macumba, che dobbiamo fare. E’ chiaro che -afferma il patron- memori di queste situazioni nella prossima stagione programmeremo diversamente. Il dato da cui ripartire è che non tutte le ciambelle riescono col buco. Abbiamo fatto tesoro di quanto accaduto e da questo ripartiremo”. Il mercato di gennaio, con l’arrivo dei suoi pupilli laziali, non hanno portato effetti benefici alla Salernitana, ma Lotito continua ad attaccare: “Ho ripreso io la situazione in mano e ho cambiato tutto. Oikonomidis sta in Nazionale, le norme Fifa non le conoscete visto che la Salernitana la Uefa non l’ha mai fatta. L’Australia si è comportata male, ci ho pure litigato perché non me l’hanno rimandato. Ronaldo, Prce, Tounkara -prosegue Lotito- sono tutti calciatori che si sono infortunati. Fatelo voi il mercato, però cacciate pure i soldi”. Il sipario sullo show di Lotito cala sulla possibile permanenza sulla panchina di Menichini: “Vedremo, è ancora presto”.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->