Lotito attacca: «Calciatori senza ferocia agonistica»

Scritto da , 26 aprile 2017
Foto Cafaro Gerardo/LaPresse
11 10 2014 Salerno (Italia) Stadio "Arechi"   
sport calcio
Salernitana vs Savoia
Campionato italiano di calcio Lega Pro girone C 2014/2015 
Nella Foto: Claudio Lotito

Photo Cafaro Gerardo/LaPresse
11 10 2014 Salerno (Italy) "Arechi " Stadium
sport soccer
Salernitana vs Savoia
Italian Football Championship League Lega Pro group C 2014/2015
In The picture : Claudio Lotito

di Marco De Martino

SALERNO. Claudio Lotito avrebbe voluto vedere un’altra Salernitana. Una Salernitana più cattiva, affamata, che aggredisse il Bari soprattutto nella fase finale. Ed il copatron non ha fatto nulla, in sala stampa, per nascondere questo suo stato d’animo: “Se giocassi io mangerei l’erba. Non abbiamo portato a casa i tre punti per la mancanza di ferocia agonistica in una gara del genere in cui l’avversario non ci ha mai impensierito. Questo dimostra che c’è stata poca concentrazione”. I calciatori potrebbero essere stati condizionati dalla grande attesa da parte della tifoseria granata, presente in massa all’Arechi: “Ognuno reagisce come deve reagire, questi sono appuntamenti che non si possono sbagliare. E’ stato un atteggiamento non consono alla partita. Nel primo tempo li ho visti determinati, nel secondo no. Per fare risultato –aggiunge Lotito- ci vuole la ferocia agonistica, la spinta che non c’è stata. Chi ne esce penalizzato da questa partita siamo noi”. La Salernitana dunque ha sprecato una buona opportunità per entrare in zona play off dando una delusione alla sua appassionata tifoseria: “La gente è andata via delusa ma –commenta Lotito- questa squadra può competere con tutti. Purtroppo le gare vanno giocate, la differenza la fanno alcuni fattori tra cui la concentrazione e la ferocia. Queste due hanno un valore superiore e oggi purtroppo sono mancate”. I granata al di là dell’atteggiamento, secondo Lotito hanno patito le assenze dell’ultim’ora di Improta e Sprocati: “Le singole prestazioni si sommano al collettivo e fanno la differenza. Improta e Sprocati non c’erano e sarebbero stati molto utili sulle fasce. Nelle ripartenze saremmo stati più pericolosi e capaci di saltare l’uomo, ma non siamo stati offensivi. Questo ci ha penalizzato troppo, con loro avremmo avuto più gamba”. Lunedì prossimo c’è un altro scontro diretto, sempre all’Arechi, contro il Frosinone. Una gara che Lotito vorrà vincere ad ogni costo visti i rapporti poco amichevoli con il patron ciociaro Stirpe: “Sarebbe un peccato non agganciare i play off, mi auguro che la Salernitana –conclude Lotito- col Frosinone abbia una ferocia agonistica diversa rispetto a quella messa in campo col Bari”.

Consiglia