Loffredo: “Ora bisogna cambiare il modo di vendere. In pochi lo fanno”

Scritto da , 1 Agosto 2020
image_pdfimage_print

La situazione del Coronavirus, con il lockdown che è durato 70 giorni, ha portato delle problematiche in tutto il mondo. L’assessore al Commercio Dario Loffredo, si definisce estroverso per natura e a quelli che dicono che sia testardo risponde di essere estremamente deciso. La sua scelta è stata quella supportare le persone della città in cui è cresciuto e di cui va fiero. Anzitutto coglie l’occasione per ringraziare tutti i commercianti e artigiani. Molti di loro infatti con grande senso di responsabilità hanno chiuso molto prima delle ordinanze e si sono sempre attenuti alle regole. Da un paio di settimane le attività sono aperte di nuovo e lentamente l’esercizio del commercio si sta riprendendo anche grazie al desiderio di fare shopping. La fiducia che l’assessore Loffredo ha sul futuro è disarmante. Come ha visto cambiare l’atteggiamento commerciale dall’ inizio della pandemia ad oggi? “Credo che la pandemia ci abbia fatto riscoprire la forza dei negozi di vicinato. Mi riferisco a quelli piccoli e diversi dai centri commerciali: le attività dei rioni, dove quando si va a comprare si è coccolati e si può fare un acquisto con tutti i comfort. La mia fiducia va alla comunità salernitana a tutti i nostri concittadini che nel lockdown hanno dimostrato grande cuore. Sta a tutti noi incentivare il commercio dell’artigianato, e dare dimostrazione di noi stessi. I commercianti hanno bisogno del sostegno dei propri concittadini. Girando molto per la città, leggo con favore che nel post lockdown si sono aperte delle nuove attività e questo significa che si sente ancora l’entusiasmo di investire e che Salerno mantiene l’appeal di sempre.” Quale sarà la soluzione più promettente per le attività salernitane? “Penso che bisognerà cambiare il modo di vendere. A Salerno solo pochi negozi hanno implementato il sistema di vendita e-commerce. Ieri al comune di Salerno ho presentato una nuova App che si chiama cishOppO che darà la possibilità a tutti i negozianti di vendere i loro prodotti attraverso una vetrina virtuale. Oggi la vendita on line è fondamentale oltre che vantaggioso. In futuro, i due fattori i più importanti saranno: la conoscenza dei prodotti che si vendono e l’interconnessione dei saperi. Quindi avere una vetrina che permette ai vari prodotti di intersecarsi è una soluzione innovativa.” Quali sono i programmi in corso per l’estate 2020? “Per la stagione estiva, abbiamo voluto fortemente che continuassero le esibizioni all’Arena del Mare: 80 serate fino al primo ottobre dove artisti e musicisti possono fare il loro show. Sono stati messi a disposizione impianto service audio, sicurezza, hostess e tutto il necessario a fare arte nonostante l’incerta atmosfera post pandemia. La soluzione scelta per l’acquisto dei tickets ha previsto che gli artisti stessi prendessero l’incasso a seconda del pubblico raccolto. Anche questo è stato combinato per recuperare quanto perso nei 70 giorni di chiusura. L’Arena del Mare è stata adornata anche per attirare persone in città per l’aperitivo, la cena quindi per rallegrarsi nei nostri locali cittadini. Ricordo ancora che Salerno è stata la prima città d’Italia a deliberare l’ampliamento dei dehors per i locali, consentendo il distanziamento sociale per non perdere posti a sedere. Ad oggi su 230 domande di ampliamento degli spazi esterni, già a 200 attività è stato permesso. C’è anche stata la novità sulla Tosap, quindi non solo sono stati aperti nuovi spazi ma abbiamo esonerato il pagamento della tassa fino al 31 ottobre. L’orario di lavoro è stato liberalizzato finalmente, così che le attività possano spalmare la clientela fino a tardi. Artigiani, parrucchieri ed estetisti potranno lavorare dalle 7 del mattino fino alle 11 di sera perché comunque i clienti potranno entrare solo pochi alla volta e quindi è necessario più tempo. Per fare ciò è stato necessario il confronto con le associazioni di categoria. C’è solo una ricetta nel nostro lavoro ed è stare in giro tra la gente, e nel mio caso nella città che amo e di cui sono orgoglioso. Per me ascoltare le persone è essenziale a creare reti e un servizio consono.” Quali novità ci aspettano per settembre? “Da settembre inizierà anche la pavimentazione di Corso Vittorio Emanuele, con precisione andrà da Via Santi Martiri Salernitani fino a Piazza Portanova: un corso nuovo è un aspetto importante per il rilancio delle attività. Ieri in giunta abbiamo deliberato anche per quest’anno l’evento ‘Luci d’artista, anche se in tono minore e rispettando in modo serio le misure anti- Covid. Si sa che lo spettacolo natalizio aiuta anche i commercianti oltre a dare prestigio alla città in fervore, attirando turisti da ogni parte. L’appello che faccio è quello di rispettare quanto più è possibile ne normative di sicurezza perché l’impegno che abbiamo messo noi salernitani non sia vanificato per colpa di qualche irresponsabile perché un altro lockdown si reggerebbe con difficoltà.”

Andrea Orza

Consiglia

Lascia un commento

Puoi eseguire il login con Facebook

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per completare inserire risultato e prosegui * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->