Lo sportello amianto dell’Asl è solo sulla carta

Scritto da , 23 marzo 2016
image_pdfimage_print

di Andrea Pellegrino 

Al momento all’appello mancherebbe solo l’Asl. Ad eccezione di una nota che rimette il tutto all’unità operativa amianto di Nocera Inferiore, dall’Azienda sanitaria locale di via Nizza non arriva nessuna notizia o azione sul caso Ideal Standard. Tant’è che la Cisl e l’Adicosum, attraverso Matteo Buono ed Antonio Galatro, sollecitano un riscontro da parte dell’Asl di Salerno. La nota fa seguito ad una precedente comunicazione del 26 gennaio scorso con la quale il sindacato chiedeva di “attivare ogni iniziativa necessaria a tutelare la salute pubblica e per evitare che si ingrossi il numero delle persone danneggiate, vittime inermi e inconsapevoli dell’amianto e di far conoscere eventuali provvedimenti già adottati e di quelli che si intendono assumere”. Richiesta rimasta senza una risposta, almeno fino ad oggi, con Cisl ed Adicosum che tornano alla ribalta: «Considerato che l’Asl non ha dato alcun riscontro, chiedono di avere notizie in merito».
E stigmatizza l’inerzia dell’Azienda sanitaria anche il dottore Giacomo Battipaglia, medico legale, presente ieri mattina al convegno degli ex operai dell’Ideal Standard. «Per legge, le Asl avrebbero dovuto istituire una unità operativa amianto. Per ora, in molte aziende questo è avvenuto solo sulla carta – spiega il dottor Battipaglia – o semplicemente è stato dato l’incarico a qualcuno. Ma per il resto non è attivo. Mi risulta che solo lo sportello dell’Asl Napoli 3 sia realmente funzionante. Eppure come Università degli studi di Napoli abbiamo condotto studi per arricchire di dati i vari sportelli che le Asl avrebbero dovuto istituire».
Inoltre, il dottor Battipaglia lancia l’allarme ambientale: «C’è un rischio sfaldamento per la copertura dello stabilimento. Dove è rimasta la copertura, fibre di amianto potrebbero disperdersi e creare così problemi all’ambiente e all’uomo. Penso che sia necessario in tal senso un intervento urgente da parte degli organi preposti».

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->