Litiga con la compagna e si lancia dal balcone col figlio, tragedia a Padula

Scritto da , 24 gennaio 2017

Un uomo di 45 anni F.A. si è gettato dal balcone di un’abitazione nel centro storico di Padula, in via Tenente D’Amato, nei pressi di Piazza Umberto I insieme al figlio di 2 anni. Sul posto sono  immediatamente intervenuti i sanitari del 118, i carabinieri del Nucleo Operativo Radiomobile di Sala Consilina e della Stazione di Padula. Purtroppo i due sono deceduti all’istante per le gravissime lesioni riportate nell’impatto al suolo dal secondo piano dell’abitazione.  Sul posto i Carabinieri che indagano sull’omicidio suicidio.

Una tragedia che lascia sconcertata un’intera comunità, mentre si indaga sulle cause che avrebbero potuto spingere l’uomo, un infermiere, al folle gesto, forse un litigio con la propria compagna.

L’omicidio suicidio si è verificato nella notte. L’uomo avrebbe dormito a casa della madre, che si trova nello stesso stabile in cui lui viveva con la moglie e il figlioletto.

Nella sera di lunedì il 45enne avrebbe litigato con la compagna e, durante la notte, avrebbe approfittato del fatto che dormiva per lanciarsi dal terrazzo col piccolo. L’uomo probabilmente viveva in un momento di forte stato depressivo per problemi di salute. A dare l’allarme è stata la moglie dell’uomo, nonché madre del bimbo, la quale al risveglio ha fatto la raccapricciante scoperta.

Consiglia