Lembo: «Nuove verifiche al Ruggi ok»

Scritto da , 23 giugno 2016

Assenteisti e furbetti del cartellino al Ruggi, la Procura ha ripetuto i controlli nel massimo riserbo per verificare la reiterazione del reato da parte dei personale medico ed infermieristico. Ad affermarlo è stato ieri mattina, il procuratore capo della Repubblica Corrado Lembo a margine della presentazione di un convegno sul risanamento ambientale. “La Procura di Salerno sta svolgendo un’azione di risanamento ambientale anche in ambito sanitario – ha affermato Corrado Lembo, riferendosi alle inchieste che hanno coinvolto l’ospedale di Salerno e che vede coinvolte circa 400 persone tra camici bianchi, dirigenti e infermieri. Sono state analizzate le singole situazioni penali – ha precisato  Lembo – Ci sono un paio di centinaia di persone che saranno esonerate da responsabilità, almeno secondo la valutazione della Procura. Noi abbiamo ripetuto i controlli, proprio al Ruggi, riservatamente, per verificare se l’azione iniziale del nostro ufficio avesse sortito risvolti positivi sul piano del ripristino della legalità in questo settore. Non abbiamo accertato nessun episodio significativo di reiterazione delle condotte delittuose in precedenza accertate e questo ci fa ben sperare”. Lembo ha parlato a margine della presentazione del convegno “Un tesoro in pericolo. Tecniche investigative e strumenti di tutela ambientale della fascia costiera salernitana” che si terrà domani alla Camera di Commercio e al quale parteciperà anche il ministro della Giustizia Andrea Orlando. Durante il convegno saranno illustrate le tecniche utilizzate per scovare e reprimere i reati ambientali. Intanto proseguono gli accertamenti della Procura sugli accessi, gli interventi e lo scorrimento delle liste d’attesa. Al momento è sotto esame il reparto di ginecologia dove si stanno analizzando anche le metodologie usate per le consulenze esterne da parte di noti professionisti.

Consiglia

Cronaca

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->