Lego tour: entusiasmo e polemiche

Scritto da , 21 settembre 2015

Quanti ricordi per i più adulti, tanta curiosità e attesa per i più piccoli. Il tour della Lego è sbarcato a Salerno ieri mattina. Un evento in collaborazione con il Comune di Salerno e l’associazione Ragnarock. In tanti ieri mattina, ancor prima delle 10 (ora fissata per lo start dell’evento), si sono ritrovati sul lungomare Marconi (in corrispondenza con via Cilento) per ammirare le ultime novità della Lego e, soprattutto, per permettere ai bambini di divertirsi con i mattoncini che hanno unito generazioni grazie al loro intramontabile fascino. Nell’era dell’elettronica riescono ancora ad attirare tanti piccoli che provano a liberare la loro capacità creativa attraverso i colorati pezzi di plastica e non solo. I famosi ninja e le Friends per la gioia di grandi e piccini sul Lungomare di Salerno (corrispondenza via Cilento) che hanno soddisfare la loro curiosità e divertirsi in compagnia di tanti piccoli amici fino a sera.   Da una parte, le bimbe dall’anima pop potranno ballare insieme alle amiche imparando divertenti coreografie e scatenandosi sulle note della nuova canzone delle Friends. Sarà incredibile poter condividere sui social il proprio momento da star! Non solo, le piccole appassionate potranno guardare divertenti cartoni Lego Friends e trarne ispirazione per inventare nuove storie ambientate nel fantastico mondo di Heartlake City. Un evento che ha riscosso successo come partecipazione ma non sono mancati i mugugni per l’organizzazione e, soprattutto, la disposizione dello stand in uno spazio esiguo, con un’attesa lunghissima per i ragazzini sotto un sole ancora caldo. “La grandezza di uno stand da fiera (ottimamente climatizzata in quel caso) e pensato per poche persone alla volta, non può essere messo su un lungomare a 30 gradi. Ho passato tutto il tempo della fila a rianimare mia figlia e a litigare tra genitori e per cosa? Per non trovare nulla da fare una volta dentro”. Pochi gadget ma anche pochi pezzi Lego a disposizione qualche ragazzino ha anche affermato simpaticamente: “Ne abbiamo di più a casa”. Tante le lamentele con i genitori che probabilmente si aspettavano qualcosa di più da un colosso del divertimento per i bambini… Sicuramente un’idea interessante per dare ai più piccoli la possibilità di vivere una giornata diversa ed in compagnia di tanti altri coetanei con i giochi preferiti. Da rivedere location e qualche ulteriore aspetto per far diventare l’appuntamento con la Lego uno degli eventi più attesi dell’anno per genitori e bambini. Non sono mancate le note positive. “Diversi tavoli, a dire il vero molto originali, dove ci si sedeva a giocare coi mattoncini – ha spiegato un genitore”. Che ha poi precisato “Non è stato agevole per i bambini trovare un tavolo per poter giocare. Bastava un pizzico di organizzazione in più per rendere indimenticabile questo pomeriggio con la Lego”. “Per quanto mi riguarda molto deludente – ha riferito un altro genitore. Mi attendevo qualcosa in più, mio figlio è rimasto un po’ deluso”.

Consiglia

Cronaca

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->