Lectio Minimalis su Alfonso Gatto con Amleto de Silva

Scritto da , 1 ottobre 2016
amleto-de-silva-amlo

 

Stasera, alle ore 21,30 lo scrittore satirico sarà ospite della Fondazione presieduta da Filippo Trotta

Nel quarantesimo anniversario della morte del poeta, Amleto de Silva rilegge (dal suo punto di vista) l’opera di Alfonso Gatto. L’appuntamento con Amlo è per questa sera, presso lo Studio Apollonia, intorno alle ore 21,30, al termine del concerto finale di Erasmus on Stage, ospite del ricco cartellone di eventi allestito dalla Fondazione Gatto di Filippo Trotta che culminerà l’8 ottobre con il concerto di Moreno Veloso e Pedro sa con i versi del nostro poeta in salsa latin. Amleto De Silva, per tutti Amlo, autore teatrale, blogger, scrittore, vignettista, è nato a Napoli, cresciuto a Salerno e vive a Roma. Ha esordito come vignettista su “Cuore” e “Smemoranda” vincendo il “Premio Satira Politica” della città di Forte dei Marmi. “Degenerati” è il suo ultimo lavoro, un pamphlet ironico e acuto sulla nostra società e la deriva degenerativa culturale, e politica, del nostro Paese. Sebbene abbia superato i cinquant’anni, De Silva non si definisce un nostalgico e considera, in teoria, questi tempi i migliori, se non si fosse circondati da un’istituzione di degenerati che apprezza sempre meno. Con un’attenzione particolare all’attualità, l’autore si pone e affronta le tematiche della nostra società, le tendenze e i suoi malcostumi, con il suo schietto e sincero stile narrativo. Una generazione che definisce allo sbando tra androidi e social network.

Consiglia