Le scuse di Valiante per le frasi del candidato consigliere Pasquile

Scritto da , 20 Maggio 2019
image_pdfimage_print
Manca sempre meno alle Amministrative del comune di Baronissi. Continuano i comizi dei vari candidati a pochi giorni dalle elezioni, previste il prossimo 26 maggio e purtroppo talvolta si può cadere in errore. Qualche giorno fa, infatti, il candidato consigliere Giuseppe Pasquile ha commesso uno scivolone verbale durante il comizio a Cariti. Ecco, quindi, le scuse del candidato sindaco Gianfranco Valiante in merito alle parole dette dal candidato consigliere della lista “Valiante Sindaco” dell’ex sindaco di Baronissi.
‘Non c’è altra logica che l’etica’ scriveva il filosofo e politico spagnolo Miguel de Unamun -con queste parole inizia il commento di Valiante su Facebook- Ricordo queste parole per prendere le distanze da alcune dichiarazioni di un mio candidato consigliere durante il comizio di Cariti. Abbiamo scelto sin dall’inizio di questa campagna elettorale la strada della sobrietà che appartiene al nostro stile di vita. Lo scivolone – in dispregio di un candidato sindaco avversario – è stato incomprensibile, così come incomprensibile è l’attacco assolutamente infondato ai dipendenti comunali. Chi mi conosce sa bene quanta stima e rispetto ho per ciascuno di essi. In questi cinque anni abbiamo lavorato gomito a gomito con tutti loro: siamo leader per la capacità di attrarre risorse europee, per l’ambiente, per la qualità dei servizi, per le opere di manutenzione, per la cultura, la scuola, il sociale. I dipendenti comunali sanno benissimo quanta stima ho per ciascuno. Non saranno certo frasi dette in preda alla veemenza del palco a dire il contrario. Purtroppo le tensioni – effetto degli strumentali attacchi – e le ansie del voto, giocano brutti scherzi a chi dovrebbe invece dare il buon esempio». «Mi scuso con tutti per il mio intervento sopra le righe al comizio di Cariti – Queste invece le scuse del candidato consigliere Giuseppe Pasquile – Mi dispiace soprattutto aver criticato i dipendenti comunali con cui l’amministrazione ha lavorato con eccellenti risultati in cinque anni. Questo clima di strumentali attacchi messo in piedi ad arte da alcuni avversari, ha portato anche me a ‘scivolare’ sulle polemiche. Me ne scuso, con i dipendenti tutti del Comune, con il candidato sindaco Siniscalco, con Gianfranco Valiante e con tutti i colleghi candidati consiglieri. Mi spiace che la veemenza mi abbia indotto in errore. Mi auguro che la campagna elettorale possa riprendere i toni della sobrietà che caratterizza tutta l’azione politica della nostra coalizione».
Emanuele Landi
Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->