Le pagelle: Perpetuini il migliore, male Montervino

Scritto da , 25 Novembre 2012
image_pdfimage_print

IANNARILLI s.v.: Lavoro di ordinaria amministrazione per il portiere granata che rivede gli spettri della prima giornata nel concitato finale.

TUIA 6: Torna nel ruolo dove lo ha impiegato Galderisi e mostra nuovamente qualche lacuna. Non demerita nel complesso, ma nel finale si lascia saltare con troppa facilità da Guidone in occasione della prima rete del Fondi.

MOLINARI 5,5: Gioca a tratti con troppa sufficienza correndo qualche rischio di troppo. Firma l’assist a Guazzo per il raddoppio ma commette un fallo da rigore su Guidone in maniera grossolana e gratuita.

RINALDI 6: Morde le caviglie di Guidone lasciandogli le briciole, chiude le piccole falle che si aprono per gli errati disimpegni dei compagni. Becca, con il solito intervento rude, il giallo che gli costerà un turno di squalifica facendogli così saltare la trasferta di Poggibonsi.

PIVA 6,5: Era da tempo che non si vedeva un terzino sinistro arrivare sul fondo e crossare con precisione. Con una condizione migliore diventerà un elemento inamovibile della squadra granata.

MONTERVINO 5: Sta attraversando un periodo no, soprattutto a causa di qualche acciacco di troppo ancora non del tutto assorbito. Si vede quando perde banalmente dei palloni che in altri momenti avrebbe giocato molto meglio. Dal 66’ ZAMPA 5,5: Fornisce il suo apporto alla causa senza regalare particolari spunti d’interesse, giocando in maniera scolastica e talvolta leziosa.

PERPETUINI 7: Puntuale nelle chiusure difensive, brillante negli inserimenti offensivi, preciso ed ordinato nell’impostazione della manovra: insomma, è il cardine di questa Salernitana. E se poi continua a segnare con questa continuità…

MANCINI 6,5: Meno bello del solito, confeziona comunque un assist al bacio per Perpetuini, il quale lo trasforma nel gol del vantaggio che mette in discesa la partita.

GUSTAVO 6,5: Schierato nella posizione di trequartista, non riesce quasi mai a trovare la posizione e di conseguenza il suo estro non s’accende. Uscito Guazzo, torna a fare la punta e, tempo cinque giri di lancette, inventa un gol da fuoriclasse vero. Dal 83’ RICCI s.v.: Ingiudicabile.

GUAZZO 6,5: Solita gara di grande generosità condita dalla rete che mette in ghiaccio i tre punti per la Salernitana. Arrivato come vice Ginestra è ormai diventato a tutti gli effetti la spalla ideale del Cobra. Dal 62’ VETTRAINO 6: Vivace e propositivo, non crea però particolari pericoli dalle parti di Gasparri.

GINESTRA 6,5: Sveste i panni di bomber per vestire quelli di rifinitore: il risultato è sempre pregevole anche perché, oltre a sfornare assist straordinari per i compagni, va comunque vicinissimo al gol colpendo un clamoroso legno con un tiro a giro da applausi. Cala vistosamente nel finale.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->