Le linee contemporanee di Atelier

Scritto da , 29 novembre 2016
conferenza-stampa-atelier

Presentata ieri mattina nei saloni dell’Ept, la VII edizione del cartellone diretto da Loredana Mutalipassi e Antonio Grimaldi

Di AMBRA DE CLEMENTE

Ieri mattina nel salone dell’Ept è stata presentata da Antonio Grimaldi del Teatro del Grimaldello e da Loredana Mutalipassi per ArteStudio la VII edizione di Atelier, spazio performativo, che prenderà il via domenica 4 dicembre e si concluderà il 5 febbraio. L’atelier dei pittori, scultori, sartorie, è il luogo della costruzione. La formazione, la funzione educativa del teatro deriva dai Greci e dai Romani, nel processo creativo, con i codici alla base, con le tecniche con cui si costruisce il linguaggio non-verbale. Il dancing coaching del laboratorio creativo è stato affidato ad Anna Redi, impegnata accanto a Stefano Accorsi nell’ultimo set diretto da Sergio Castellitto, con “L’attore che danza”. Uno spazio non esclusivo per approfondire l’arte performativa, risalente agli anni sessanta e riflettere e riscoprire il corpo dell’attore nel teatro novecentesco. L’evento nacque nel 2010, ed ha visto alternarsi sul palco del teatro Nuovo di Salerno: Max Luna, primo ballerino Alvin Ailey American Dance Theatre e direttore del Reale Balletto delle Filippine, docente di tecnica Horton; Joseph Fontano danzatore con Martha Graham, docente di tecnica contemporanea presso l’Accademia Nazionale di Danza; Theresa ruth Howard, rima ballerina del Dance Theatre of Harlem, docente di tecnica classica presso Ailey School di New York, Luc Bouy, danzatore di Mats Ek, coreografo e direttore di livello internzaizionale con la compagnia Dansepartout; Elisa Barucchieri, fondatrice e direttrice di Res Extensa; Giorgio Rossi, fondatore e direttore artistico di Sosta Palmizi. Quest’anno ci saranno tre appuntamenti prettamente teatrali, teatro Grimaldello, Antonietta Capriglione, Abito in Scena, e tre proposte di teatro-danza con la partecipazione della Company_Contemporaneo del Liceo Coreutico Alfano I, Alessanrdi Fabbri, Il segreto del mondo con Anna Redi a cui è affidato il seminario 2017. Nel corso della rassegna sarà possibile partecipare alle videoconferenze con Marilena Riccio, direttore artistico de I Coreografo Elettronico, un concorso di video danza di rilevanza internazionale. Il costo dell’abbonamento è 45 euro; il singolo spettacolo 10 euro Tutti gli spettacoli iniziano alle 19.00.

Consiglia

Lascia un commento

Puoi eseguire il login con Facebook

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per completare inserire risultato e prosegui * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.