Le elezioni regionali a Battipaglia

Scritto da , 1 giugno 2015

di Carmine LANDI

Sono 21.935 – vale a dire il 52,96% degli aventi diritto – gli elettori battipagliesi che nella giornata di ieri si sono recati alle urne.
Anche qui Vincenzo De Luca​ ha avuto la meglio su Stefano Caldoro​: l’ex sindaco di Salerno, infatti, ha ottenuto 10.262 voti (49,33%), mentre il governatore uscente s’è fermato a 6.428 preferenze (30,90%). 3.457 (16,62%) i voti per la pentastellata Valeria Ciarambino​, che può dirsi soddisfatta del risultato all’ombra del Castelluccio.
Dietro a tutti ci sono Salvatore Vozza​ (Sinistra al Lavoro per la Campania) con 605 crocette (2,91%), e Marco Esposito (Lista Civica “Mo”) con soli 49 voti (0,24%).
Il primo partito cittadino è il MoVimento 5 Stelle​, con 3.324 voti (17,23%), seguito dal Partito Democratico​, che si ferma a 2.745 preferenze (14,23%). Medaglia di bronzo per Fratelli d’Italia, che guadagna 2.496 crocette (12,94%).
Le troppe fette in cui è stata tagliata la torta battipagliese, ad ogni modo, hanno reso, come prevedibile, estremamente variegato lo scenario elettorale, con nessuno dei 9 candidati in grado di avvicinarsi – a livello cittadino – ai 2.000 voti.
Nell’attesa dei dati dalle altre città, dunque, a Battipaglia, il candidato che ha preso più voti – ben 1596 – è stato Carmine Pagano​ (Fratelli d’Italia). Subito dopo il biologo, c’è l’ex sindaco Fernando Zara​ (Caldoro presidente) con le sue 1.349 preferenze. Buon risultato per Enrico Farina​ (M5S) che, pur senza i massicci sforzi economici degli altri candidati, s’è guadagnato ben 925 crocette battipagliesi.
Fuori dal podio ci sono il vicesegretario provinciale UDC, Michele Toriello​, con 542 voti, Franco Manzi​ (Noi Sud) con 527 crocette e e Raffaele Pascale​ (PSI) con 214 preferenze.
Gli altri tre candidati in riva al Tusciano, poi, sono gli unici a non esser stati i primi all’interno delle proprio liste: 195 voti per Valentina Del Pizzo​ (Sinistra al Lavoro per la Campania), alle spalle dell’ebolitano Gerardo​ Rosania – che a Battipaglia ha preso ben 510 preferenze), 128 per Antonio Salimbene​ (Con De Luca presidente) che a Battipaglia, all’interno del proprio partito, ottiene soltanto la medaglia di bronzo a causa dello straordinario risultato di Andrea Volpe​ – il figlio del primo cittadino di Bellizzi, in città, ha preso ben 754 voti – e dell’ottima fetta di consensi strappata dall’assessore salernitano Luca Cascone​ – per lui 321 preferenze -, soltanto 28 crocette per Demetrio Landi​ (Centro Democratico – Scelta Civica).
Il risultato battipagliese, ovviamente, va ancora confrontato con i dati degli altri comuni salernitani, ma pare assai complicato immaginare un battipagliese a Palazzo Santa Lucia nei prossimi cinque anni.

Consiglia

Cronaca

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->