“Le disposizioni del prefetto di Salerno non ci permettono di lavorare sereni”

Scritto da , 22 Novembre 2020
image_pdfimage_print

di Erika Noschese

Un calo di almeno l’80%, nonostante ci sia la possibilità di lavorare ma con restrizioni che aumentano le difficoltà. E’ il pensiero unanime di barbieri e parrucchieri salernitani che, in questa seconda zona rossa, hanno sicuramente la possibilità di continuare a svolgere la loro attività lavorativa ma con una serie di restrizioni che rendono il lavoro sempre più difficile. A complicare il tutto le disposizioni del prefetto di Salerno, diverse da quelle di Napoli che – di fatti – non ha concesso lo spostamento tra comuni per recarsi presso le attività di fiducia. “Sicuramente è meglio stare aperti, non possiamo stare a casa senza lavorare ma il problema che nessuno ha attenzionato è che oggi, in zona rossa, hanno lasciato aperte attività come le nostre ma hanno chiuso i centri estetici”, ha dichiarato Enzo De Santis, titolare di Look Maker, con sede ad Ogliara.

L’articolo completo sull’edizione digitale di oggi

Consiglia

Lascia un commento

Puoi eseguire il login con Facebook

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per completare inserire risultato e prosegui * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->