Le confidenze di Anastasio a De Maio: In carcere raccontò che su Bellino Mogavero aveva agito con spregiudiatezza

Scritto da , 6 luglio 2017

Pina Ferro

Un fiume in piena il 39enne Sabino De Maio (foto) che da oltre un mese sta collaborando con la giustizia. Piene di particolari le sue ricostruzioni di fatti e circostanze, Dettagliatissimo è, ad esempio il racconto reso sulle conversazioni avute in carcere con il l’ex consigliere comunale di Pontecagano Faiano Antonio Anastasio con il quale ha condiviso la cella insieme ad altri soggetti arrestati nello stesso blitz. Pare che Anastasio e De Maio abbiano avuto lunghe conversazioni durante le quale il politico picentino si sarebbe “confidato”. Anastasio avrebbe anche proposto a De Maio una società con lo scopo di riscattare un terreno edificabile sul litorale di Pontecgnano, intestato per necessità ad un prestanome del politico. E ancora, Anastasio pare abbia anche ammesso il patto con Mogavero finalizzato all’intimidazione del consigliere comunale Bellino. Un piano che sarebbe andato male a causa del modus operandi di Mogavero il quale avrebbe agito con iniziativa personale. Pare infatti che il patto non prevedeva le minacce: Bellino doveva essere prelevato prima del consiglio comunale e trattenuto fino a quando lo stesso non avesse avuto fine. In questo modo il bilancio non sarebbe stato votato e la giunta Sica avrebbe vacillato. E, pare addirittura che Anastasio abbia anche lamentato il fatto che Mogavero non si sia assunto la piena responsabilità del gesto. A tal proposito, sempre secondo il racconto del collaboratore, Anastasio avrebbe provato ad inviare un messaggio a Mogavero per convincerlo a prendersi in toto la responsabilità del fatto.

Consiglia