Lavori al Baia Hotel, Italia Nostra e Fdc chiedono gli atti alla Soprintendenza

Scritto da , 12 giugno 2017
download

Dal consolidamento del costone roccioso al presunto accrescimento della struttura alberghiera. Italia Nostra e Figli delle chiancarelle hanno presentato – al soprintendente Belle arti e paesaggio delle province di Salerno e Avellino Francesca Casule e al segretariato regionale del Ministero per i beni e le attività culturali e turismo – una richiesta di accesso agli atti in merito ai lavori di consilidamento del costone roccioso che stanno interssando il Lloyd’s Baia hotel di Vietri sul Mare. «Sui nostri siti web e social network – si legge – vengono postate immagini di mastodontiche strutture di cemento armato, provviste di luci laterali, che partendo dall’arenile salgono lungo il costone su cui è collegato il Lloyd’s Baia. Dette strutture, presumibilmente giustificate con esigenze di consolidamento del costone roccioso, sono in continua crescita ed appaiono – agli occhi dei più – assolutamente sproporizionate; hanno un notevolissimo impatto visivo e stanno radicalmente modificando il paesaggio circostante». Motivi, questi, che hanno indotto la presidente di Italia Nostra, Raffaella Di Leo, a presentare istanza di accesso agli atti, lo scorso 24 maggio, al fine di prendere visione della documentazione tecnico-amministrativa che è stata oggetto da parte della Soprintendenza ed ha determinato l’emanazione di qualsivoglia atto di propria competenza.

Consiglia