La “torcia” accende Salerno, la città si illumina d’immenso

Scritto da , 30 Giugno 2019
image_pdfimage_print

La Torcia dell’Universiade 2019 accende il lungomare di Salerno per una vera e propria festa dello sport e della gioventù. A tre giorni dalla cerimonia d’apertura, la Torcia di Napoli 2019 è giunta nel pomeriggio di ieri a Salerno, penultima tappa di un lungo viaggio partito lo scorso 4 giugno a Torino, in piazza della Concordia. Alle 19.30 l’accensione della Torcia davanti a una folta platea di atleti e appassionati di sport, platea che ha accompagnato la Torcia in corteo per oltre un chilometro e mezzo fino alla cerimonia ufficiale nei pressi della spiaggia di Santa Teresa. Dodici i tedofori partecipanti: la saltatrice Antonietta Di Martino, gli arcieri Massimiliano e Claudia Mancia, le giocatrici di pallamano Antonella Coppola e Pina Napoletano, gli schermidori Rosanna Pagano, Michele Gallo e Claudia Memoli, Rosario Ruggiero, oltre al consigliere comunale Ermanno Guerra, alla responsabile organizzativa dell’Universiade Annapaola Voto, e Davide Tizzano, sport operation manager di Napoli 2019. “Un momento eccezionale di incontro tra i popoli” ha commentato il primo cittadino Vincenzo Napoli. “La Campania, e Salerno in particolar modo, presenta oggi il suo volto migliore offrendo solidarietà e amicizia”. Dello stesso avviso Lorenzo Lentini, presidente Cusi: “La Campania ha avuto in gran coraggio dopo il forfait del Brasile. Universiade, grande occasione per l’intero territorio”. Una manifestazione che, nel salernitano, toccherà diverse città della provincia come Baronissi, Eboli, Cava de’ Tirreni, Sarno, Nocera Inferiore. “Orgogliosi di questa iniziativa” ha commentato il presidente della provincia, Michele Strainese, insieme ai sindaci e ai delegati dei comuni coinvolti. Presente alla manifestazione anche il prefetto di Salerno, Francesco Russo, e il numero uno della Fisu, Leonz Eder. “Questa città è un punto cruciale per gli eventi sportivi e per l’entusiasmo dimostrato per le Universiadi. Impegno sottolineato anche dal commissario dell’Universiade, Gianluca Basile che ha evidenziato l’importanza di fare squadra. “Questi eventi si realizzano solo se si è uniti, e in questo caso tutti gli enti hanno gettato il cuore oltre l’ostacolo”. Cresce dunque l’attesa per l’olimpiade estiva, in particolar modo A salerno dove già prima della cerimonia d’apertura si disputeranno le prime competizioni, in particolar modo le partite di calcio maschile e femminile Italia-Giappone e Italia-Messico.

Giovanna Naddeo

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->