La storia della Croce Rossa incanta il Comune

Scritto da , 25 Settembre 2012
image_pdfimage_print

“Umanità , imparzialità , neutralità , indipendenza, volontariato, unità , universalità ”, sono i sette principi fondamentali della Croce Rossa che sono stati letti al Salone dei Marmi, del Comune, subito dopo l’esecuzione dell’Inno di Mameli e di quello della Croce Rossa, dal Commissario del Comitato Locale della Croce Rossa di Salerno, Renato Del Mastro,che ha ufficialmente inaugurato il” IX Corso di Storia della Croce
Rossa e della Medicina” che proseguirà fino a domenica al Grand Hotel
Salerno. E’ intervenuto per un breve saluto, prima di recarsi a Napoli,
il sindaco De Luca al quale doveva essere consegnata una medaglia
d’argento al merito della Croce Rossa Italiana che, non essendo ancora
pronta per motivi tecnici, sarà consegnata in una prossima occasione. Il
dottor Del Mastro, ha ricordato la costante vicinanza del Sindaco
all’attività della Croce Rossa: « In maniera disinteressata ci dà sempre
una mano» e che il Comune di Salerno è socio perpetuo della Croce Rossa
dal 1912: « quest’anno ricorre il centenario» . Il sindaco De Luca, ha
sottolineato il lavoro ammirevole svolto dalla Croce Rossa: « Siete tra
le organizzazioni che meritano la stima e il rispetto di tutto il Paese,
perché il vostro è volontariato puro, vero, rispetto a quello di tante
associazioni che si presentano come espressione del volontariato, ma
sono più espressione del mercato della clientela politica» . Il sindaco
ha ricordato poi la tradizione della Scuola Medica Salernitana e il suo
respiro internazionale « che trovo nella vostra organizzazione» , la prima
donna medico: « Trotula De Ruggiero» , i Giardini della Minerva il
neonato Centro Bioetico di Via De Renzi « di valore mondiale nel campo
della ricerca scientifica» , e il “Museo Roberto Papi” con centinaia di
strumenti chirurgici del 700-800 e inizi del 900, donati dal figlio
Mario. « Il corso, gratuito, è riservato ai soci e ai volontari della
Croce Rossa, ma anche a privati cittadini» ha spiegato Del Mastro
« abilità a diventare cultore di storia della Croce Rossa e della
Medicina e chi lo seguirà in questi giorni, potrà diffondere questa
storia, sia nelle scuole, sia nei corsi interni della Croce Rossa» .
Presenti al Salone dei Marmi, le infermiere volontarie della Regione
Campania, con la direttrice provinciale e regionale e con la
“famigerata” Mila Brachetti Peretti, (da 43 anni nella Croce Rossa)
ispettrice nazionale delle infermiere volontarie: oltre sedicimila in
Italia, con una storia di 104 anni : « La prima Margherita Parodi, unica
donna su centomila soldati della terza armata, fu sepolta in Puglia» ; il
Generale Gabriele Lupini, ispettore nazionale del corpo militare, il
Console Onorario della Svizzera in Campania Adriano Aveta, e il tenente
colonnello Caporaso, comandante del 45° battaglione Vulture.  

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->