La sindaca: «Non si cambia»

Scritto da , 3 novembre 2017

di Angelica Tafuri

BATTIPAGLIA – Muro contro muro, la sindaca Cecilia Francese boccia il documento dei dissidenti e lavora alla manifestazione contro il sito di compostaggio. Nessuna verifica, nessun cambio di assessori, la Francese conferma anche il forzista Giuseppe Provenza. Dopo la fuga in avanti del sindaco di Eboli, Massimo Cariello, la prima cittadina di Battipaglia punta a compattare le anime interne alla maggioranza: «nessuna delega ritirata, Provenza resta assessore» ha dichiarato smentendo le voci su una possibile revoca che si sono susseguite nelle ore successive alla riunione di maggioranza. I sette consiglieri restano fermi sulle loro posizioni, neppure il pericolo di una revoca delle deleghe all’assessore di Forza Italia, Giuseppe Provenza, ha creato frizioni all’interno del gruppo dei ‘malpancisti’. Nessun cedimento neppure dopo la chiamata alle armi da parte della maggioranza francesiana che al termine della riunione di martedì sera hanno inviato una nota ufficale con la quale hanno bollato come: «irricevibile, sotto l’aspetto del metodo, Non condivisibile, sotto l’aspetto del merito, Sbagliato sotto l’aspetto della tempistica, perchè presentare un documento di richiesta di “riequilibrio” di poltrone mentre la città si sta avviando ad uno sciopero cittadino è addirittura pericoloso perché dà l’idea di una politica distante dai problemi dei cittadini e presa tutta dai suoi giochini». Una sferzata che non avrebbe fatto desistere i consiglieri Roberto Cappuccio, Valerio Longo, Gerardo Zaccaria, Angelo Cappelli, Giuseppe Salvatore, Franco Marino e Bruno Amendola che attendono i prossimi passi della sindaca Francese delegata dalla maggioranza: «che rimane aperta al dibattito ed al confronto politico con tutti – prosegue la nota – demandando alla Sindaca il compito di acquisire proposte concrete sui 9 punti enunciati nel documento, al fine di dare la possibilità di passare dalla enunciazione alle proposte e dare alla maggioranza di valutare le stesse». Organizzare la manifestazione contro il sito di compostaggio è la priorità, nei prossimi giorni la sindaca di Battipaglia incontrerà ancora i sette consiglieri ma nel frattempo proseguirà con il calendario degli appuntamenti con i vari comitati e associazioni di categoria.

Consiglia