La Salernitana vola, batte l’Ascoli e strizza l’occhio ai play off

Scritto da , 26 marzo 2017

di Marco De Martino

SALERNO. Una Salernitana a dir poco perfetta supera l’esame Ascoli, regolato con un secco 2-0 per effetto delle reti nella ripresa di Sprocati e Bernardini. Il risultato poteva però essere molto più largo se solo nel primo tempo i granata, che hanno colpito tre pali, avessero concretizzato le numerose palle gol prodotte.

La Salernitana gioca bene e tiene il pallino del gioco in maniera costante e convincente. Dopo un paio di tentativi sugli sviluppi di altrettanti calci piazzati di Perico e Vitale, al 24’ i granata creano l’occasione più grande per passare in vantaggio. Donnarumma ruba palla a Cassata ed innesca Coda, il quale punta Cinaglia, lo salta e dal limite lascia partire un destro che, deviato da Gigliotti, finisce sul montante alla destra di un immobile Lanni prima di uscire dallo specchio della porta ascolana. Attorno al 29’ la Salernitana va nuovamente vicina al gol prima con un tiro cross di Vitale non raccolto sottomisura da Coda e poco dopo dallo stesso centravanti che, sugli sviluppi di un corner, anticipa di testa Lanni ma il pallone termina di poco alto. Ancora Salernitana al 33’ con una diagonale di Sprocati da destra a sinistra che taglia a fette la difesa ascolana, l’esterno si presenta davanti a Lanni, calcia di sinistro ma il pallone è smanacciato in corner dal portiere marchigiano. La galleria degli errori continua al minuto 38, quando Coda lancia in corridoio Minala il quale si presenta a tu per tu con Lanni ma calcia sul portiere in maniera maldestra e l’Ascoli si salva ancora. La sfortuna si accanisce contro i granata anche al 41’, quando Coda calcia alla perfezione una punizione dal limite ma Lanni con una prodezza e con l’aiuto della traversa riesce a compiere il miracolo.  E’ l’ultima emozione della prima frazione che si chiude su un pareggio che sta più che stretto alla Salernitana.

Pronti via e i granata passano subito in vantaggio. percussione sull’asse Odjer-Donnarumma-Odjer, tiro cross del ghanese respinto ancora da Lanni ma stavolta sui piedi di Sprocati che finalmente spezza l’incantesimo. Il gol provoca la reazione dell’Ascoli che inizia a spingere ma anche a lasciare spazi ai contropiede della Salernitana che spreca ancora prima con Ronaldo (55’) e poco dopo con Donnarumma (56’) che tirano tra le braccia di Lanni da ottima posizione. Altri due giri di lancette e Sprocati di testa sfiora il bis. Un raddoppio sacrosanto che arriva al 64’ con chi non t’aspetti: Vitale pennella una punizione che si stampa per la terza volta sul legno della porta dell’Ascoli, ma stavolta il tap in vincente è di Alessandro Bernardini al primo gol in maglia granata. Il raddoppio taglia le gambe e fa perdere la testa all’Ascoli che finisce senza allenatore per l’espulsione di Aglietti per proteste al 71’ e in dieci per il rosso diretto a Mignanelli all’85’ per il medesimo motivo. La Salernitana porta a casa la terza vittoria di fila e strizza finalmente l’occhio ai play off.

SALERNITANA-ASCOLI PICCHIO 2-0

SALERNITANA (4-3-3): Gomis; Perico, Tuia, Bernardini, Vitale (86’ Della Rocca); Odjer, Ronaldo, Minala; Sprocati (75’ Improta), Coda, Donnarumma (61’ Bittante). A disp.: Terracciano, Schiavi, Joao Silva, Rosina, Mantovani, Luiz Felipe. All.: Bollini

ASCOLI PICCHIO (4-2-3-1): Lanni; Almici, Cinaglia, Gigliotti, Mignanelli; Cassata, Bianchi; Orsolini (78’ Giorgi), Bentivegna (55’ Perez), Felicioli (66’ Lazzari); Cacia. A disp.: Ragni, Diop, Carpani, Addae, Gatto, Mogos. All.: Aglietti

ARBITRO: Illuzzi di Molfetta (assistenti: Chiocchi e Dei Giudici. Quarto uomo: Mastrodonato)

MARCATORI: 46’ Sprocati, 64’ Bernardini

NOTE: Spettatori 10582. Ammoniti Bianchi, Vitale, Bernardini, Gigliotti, Ronaldo, Perico. Espulsi per proteste Aglietti (allenatore Ascoli) al 71’ e Mignanelli all’85’. Recupero 1’ e 4’

Consiglia

Cronaca

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->