La Salernitana strappa un punto prezioso a La Spezia

Scritto da , 26 agosto 2016
alessandro-rosina-arrabbiato

di Marco De Martino

LA SPEZIA. La Salernitana strappa con i denti un punto importante sul difficile campo di La Spezia dopo aver cullato a lungo il sogno di una prestigiosa vittoria alla prima di campionato. La rete di Rosina spiana la strada ai granata, raggiunti dai liguri soltanto a dieci dalla fine con Nenè. Finale da brividi per la Salernitana che evita la capitolazione grazie alle parate di Terracciano ed all’imprecisione degli attaccanti di casa. Il pareggio è comunque un risultato più che giusto che accontenta la Salernitana.
Il 3-5-2 schierato da Sannino per l’emergenza scaturita dopo l’infortunio di Vitale paradossalmente mette in grandissima difficoltà lo Spezia che non riesce a uscire dalla sua metà campo in avvio. La pressione dei granata si concretizza al minuto numero 20 con l’uomo più atteso, Alessandro Rosina. Il neo capitano della Salernitana approfitta di una sponda di Donnarumma, liberato da una svirgolata maldestra di Pulzetti, e con un destro secco dal limite, deviato da Migliore, fa secco Chichizola. La curva granata esplode di gioia, è l’1-0 per la Salernitana. Lo Spezia prova a scuotersi e lo fa al 25’ con un sinistro secco dello scatenato Okereke sugli sviluppi di un corner, con il pallone che però termina a lato di poco. Al 30’ ci prova l’ex Sciaudone ma il suo sinistro è facile preda di Terracciano. La grande occasione per segnare capita ancora alla Salernitana: al 39’ Donnarumma scatta sul filo del fuorigioco ma perde il tempo e la sua conclusione termina sull’esterno della rete. E’ l’ultima emozione della prima frazione, che si chiude con la Salernitana sorprendentemente ma meritatamente in vantaggio di un gol.
Lo Spezia parte fortissimo e dopo 2’ colpisce, con una sventola da fuori area di Sciaudone leggermente deviata da Busellato, una traversa clamorosa. Il tecnico dei liguri Di Carlo così prova a dare la svolta alla gara con l’innesto di Iemmello al posto di Okereke e passando al 4-3-1-2. Ed è proprio l’ex foggiano, al 73’, a concludere verso la porta di Terracciano ma la sua battuta mancina finisce alta sulla trasversale. I bianconeri tentano ancora da calcio da ferma al 79’ con Nenè ma Terracciano è attento. Sugli sviluppi del corner il brasiliano si ritrova da solo in area e in due tempi supera il portiere granata e pareggia. Le aquile volano sulle ali dell’entusiasmo e due minuti dopo sfiorano il raddoppio con Iemmello, ma la respinta di Terracciano è strepitosa ed evita la capitolazione alla Salernitana. All86’ ancora Nenè di testa sfiora il sorpasso. Ancora un giro di lancette ed è Piccolo ad impegnare Terracciano con un diagonale insidioso. La Salernitana è alle corde e non riesce più ad uscire dalla propria area di rigore. E proprio al 94’ Iemmello da un metro manda fuori di testa un pallone solo da spingere in rete. I granata si salvano e portano a casa un punto preziosissimo e strameritato.
SPEZIA-SALERNITANA 1-1
SPEZIA (4-3-3): Chichizola; De Col, Valentini, Terzi, Migliore; Sciaudone, Pulzetti (72’ Vignali), Errasti (89’ Galli); Piccolo, Nenè, Okereke (55’ Iemmello). A disp.: Valentini, Acampora, Ceccaroni, Crocchianti, Bastoni, Maggiore. All.: Di Carlo
SALERNITANA (3-4-1-2): Terracciano; Mantovani, Schiavi, Bernardini; Laverone, Odjer (72’ Moro), Busellato, Zito (83’ Caccavallo); Rosina; Coda (75’ Joao Silva), Donnarumma. A disp.: Liverani, Tuia, Vitale, Grillo, Cenaj, Improta. All.: Sannino
ARBITRO: Chiffi di Padova (Caliari-Colella. IV uomo Piscopo)
MARCATORI: 20’ Rosina, 79’ Nenè
NOTE: Ammoniti Nenè, Bernardini. Recuperi 0’ e 4’

Consiglia