La Salernitana scivola sul… Prato

Scritto da , 8 dicembre 2013

di Marco De Martino

SALERNO. La Salernitana cade per la quarta volta in stagione all’Arechi: stavolta a vincere, per 2-0, è un Prato tatticamente perfetto ma assoatch pesano n trascendentale. Sull’economia del match pesano le scelte di Perrone, la giornata no di Siniscalchi e qualche decisione dubbia del direttore di gara Marini. La partita inizia male per la Salernitana che dopo cinque minuti perde Mendicino per un infortunio muscolare probabilmente dovuto all’indecente terreno di gioco dell’Arechi. Dopo altri cinque minuti si va di male in peggio con Siniscalchi che mette giù Serrotti in piena area di rigore e l’arbitro non può che decretare il penalty per i toscani. Dal dischetto De Agostini si lascia ipnotizzare da Iannarilli che respinge in corner. Il peggio sembra passato ma ci pensa ancora un irriconoscibile Siniscalchi che si lascia anticipare ancora da Lanini che s’invola verso Iannarilli, salta prima Tuia e poi il portiere ed insacca il gol del vantaggio per il Prato. Il primo sussulto per la Salernitana arriva solo al 23’ con Luciani che, ben liberato da Ginestra, ciabatta un destro che termina molto distante dalla porta difesa da Layeni. Al 27’ la seconda doccia gelata: scattato in netto fuorigioco, Corvesi elude la difesa granata salta Iannarilli e raddoppia. Il signor Marini convalida scatenando le proteste di Tuia e compagni che però non servono a nulla visto che il direttore di gara non recede dalla sua decisione. Dopo il colpo incassato i granata stentano a ritrovarsi. Ci prova Foggia su punizione deviata dalla barriera, ma Layeni è attento. E’ la Salernitana più brutta della stagione che non riesce ad abbozzare nemmeno una minima reazione emotiva. Così il primo tempo termina senza alcuna emozione sul doppio vantaggio toscano.

La ripresa si apre con un paio di conclusioni, una di destra l’altra di testa, di Ricci che non sorprendono Layeni. Ci prova anche Ginestra al 56’ con una girata di sinistro da centro area ma la conclusione a botta sicura termina di poco fuori. Siniscalchi si fa male, al suo posto entra Mancini e Perrone piazza la difesa a tre. Il Prato trova praterie in contropiede con Lanini ma Iannarilli è bravo a respingere in uscita la conclusione dell’attaccante toscano. La gara finisce in largo anticipo per l’incapacità della Salernitana di reagire. Il Prato passa con merito all’Arechi e i granata vedono allontanarsi forse definitivamente la vetta della graduatoria.

SALERNITANA-PRATO 0-2

SALERNITANA (4-4-2): Iannarilli, Luciani, Tuia, Siniscalchi (60’ Mancini), Rizzi; Montervino, Perpetuini, Volpe (70’ Gustavo), Foggia; Mendicino (6’ Ricci), Ginestra. A disp.: Berardi, Chirieletti, Sbraga, Mounard. All.: Perrone

PRATO (4-4-2): Layeni, Bagnai, Malomo, Roman, De Agostini; Grifoni, Corvesi /79’ Armenise), Cavagna, Serrotti; Lanini (94’ Papini), Tiboni (67’ Silva Reis). A disp.: Brunelli, De Pasquale, Cela, Gambardella. All.: Esposito

ARBITRO: Marini di Roma 1

MARCATORI: 13’ Lanini, 27’ Corvesi

NOTE: Spettatori 7075 (di cui abbonati 4730). Ammoniti Foggia, Siniscalchi, Malomo, Tiboni, De Agostini. Espulso all’88’ Serrotti per doppia ammonizione. Recuperi 2’ e 5′

Consiglia