La Salernitana sbanca Lanciano ed ipoteca la serie B

Scritto da , 4 giugno 2016
image_pdfimage_print

di Marco De Martino

LANCIANO. La Salernitana ipoteca la salvezza espugnando il Biondi di Lanciano con un perentorio 4-1. I granata di Menichini sfoderano la migliore prestazione della stagione, annichilendo letteralmente il Lanciano già nel primo tempo, controllando la gara nella ripresa e chiudendo i conti nel finale. A segno nella prima parte Donnarumma e Zito, con nel mezzo la rete del momentaneo pareggio di Marilungo; nella ripresa sigilli nel finale di Gatto e Coda. Ed ora all’Arechi mercoledì è tutto pronto per la festa.

La Salernitana parte fortissimo ed al 2’ è necessario un Cragno strepitoso per respingere il tiro a botta sicura di Nalini al culmine di un’azione personale del veronese. Al 7’ il Lanciano perde per infortunio anche Vastola, al suo posto entra il difensore Aquilanti. Un minuto dopo la Salernitana passa in vantaggio: azione travolgente di Zito, palla in corridoio per Donnarumma che batte Cragno. Passano tre minuti ed ancora Zito, incontenibile, serve a Coda la palla del raddoppio che però il centravanti spreca calciando a lato. La reazione del Lanciano arriva al 15’: Bonazzoli riceve palla dal limite, controlla si gira e tira di sinistro ma Terracciano vola a deviare all’incrocio. E’ il preludio al gol che arriva sugli sviluppi del corner con Marilungo, il più piccolo di tutti, che di testa da centro area fa secco Terracciano di testa. La Salernitana non si scompone ed al 21’ trova il raddoppio con Zito che conclude al volo su assist di Nalini e batte Cragno. La Salernitana continua ad attaccare e poco dopo la mezzora Pestrin serve un pallone d’oro a Donnarumma il quale in piena area cincischia troppo e la difesa frentana libera in extremis. Nell’occasione Cragno trattiene vistosamente Donnarumma ma Manganiello non s’accorge del rigore e lascia correre. Al 35’ ancora una buona opportunità in ripartenza per i granata ma Coda prima e Donnarumma poi non affondano il colpo. Ma l’occasione capitale giunge sui piedi di Coda, al 43’, dopo un’azione strepitosa di Empereur sulla sinistra. Il centravanti, tutto solo davanti a Cragno, spara addosso al portiere rossonero vanificando il tris. I granata dominano la scena ad all’ultimo dei 5 minuti di recupero sfiorano ancora una volta il terzo gol con Donnarumma il cui colpo di testa su corner di Zito si stampa sul palo a Cragno battuto.

Pronti via e Marilungo si procura una buona occasione per pareggiare saltando Empereur e presentandosi davanti a Terracciano ma stavolta il portiere granata è tempestivo e sventa di piede in uscita. La partita si gioca sul filo dei nervi, con il ritmo a rilento e le due squadre che si battono su ogni pallone. La Salernitana, sorniona, colpisce all’80’ con il neo entrato Gatto. L’ex di turno prende palla da destra, converge e trafigge imparabilmente Cragno di piatto destro. La festa è completa quando Coda, al minuto 93, trafigge Cragno per la quarta volta dopo un contropiede fulminante imbastito da Moro. Sugli spalti del Biondi la festa è tutta granata.

LANCIANO-SALERNITANA 1-4

LANCIANO (4-3-2-1): Cragno; Salviato, Rigione, Amenta, Di Matteo; Vitale, Bacinovic, Rocca (65’ Turchi); Vastola (7’ Aquilanti), Bonazzoli (72’ Padovan); Marilungo. A disp: Casadei, Boldor, Di Filippo, Di Nicola, Di Benedetto, Udoh. All.: Maragliulo.

SALERNITANA (4-4-2): Terracciano; Tuia, Bernardini, Empereur, Rossi (38’ Franco); Nalini (76’ Gatto), Pestrin, Odjer, Zito; Coda, Donnarumma (84’ Moro). A disp.: Strakosha, Pollace, Schiavi, Colombo, Ronaldo, Martiniello. All.: Menichini

ARBITRO: Manganiello di Pinerolo (Assistenti Bindoni-Zappatore. Quarto uomo Caliari)

MARCATORI: 8’ Donnarumma, 15’ Marilungo, 21’ Zito, 80’ Gatto, 93’ Coda

NOTE: Ammoniti Rossi, Bacinovic, Salviato, Donnarumma, Aquilanti. Espulso al 43’ Fabiani per proteste. Recupero 5’ e 4’

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->