La Salernitana rimonta il Gubbio e rivede la luce

Scritto da , 19 gennaio 2014

di Marco De Martino

 

SALERNO. Nel giro di un minuto la Salernitana evita sconfitta ed ennesimo ribaltone tecnico, rimontando lo svantaggio e battendo il Gubbio per 2-1. Ironia della sorte, a salvare Perrone dall’esonero, sono Mounard e Gustavo, i calciatori meno impiegati dal tecnico, che realizzano le due reti che stendono gli umbri. Buono l’esordio di Fofana, mentre la difesa ha confermato le solite amnesie.

LA CRONACA. La Salernitana comincia subito a spron battuto, mantenendo il possesso palla e provando soprattutto a sfondare la fitta linea difensiva umbra centralmente. Al minuto 12 il primo sussulto: Mendicino crossa e Bartolucci respinge nettamente con il braccio in piena area ma per Aversano non ci sono gli estremi per assegnare il calcio di rigore. La supremazia territoriale della Salernitana è comunque sterile tanto che il primo tiro in porta arriva solo al 25’, quando Ginestra su cross di Luciani impegna di testa il portiere eugubino Pisseri. Cinque minuti dopo stessi protagonisti: Luciani serve ancora Ginestra che conclude stavolta di destro ma Pisseri respinge ancora. In chiusura di prima frazione ci prova anche Tuia su punizione ma è ancora una volta bravo Pisseri a non lasciarsi sorprendere. Negli spogliatoi resta l’impalpabile Foggia, che lascia il posto a Mounard. La ripresa si apre con Mendicino che al 50’ sparacchia a lato da posizione defilata. Un giro di lancette ed il Gubbio passa. Mancini batte malissimo una punizione dalla trequarti, gli umbri partono in contropiede e con tre passaggi arrivano in porta: Malaccari serve in profondità Falzerano che brucia Mancini, salta uno svagato Berardi e realizza il più classico dei gol dell’ex. Perrone corre ai ripari e butta nella mischia l’ultimo arrivato Fofana al posto di Ginestra. A provarci, al 60’, è Mendicino ma il suo destro viene ancora una volta rintuzzato da Pisseri. Al 68’ Siniscalchi ci prova di testa e, dieci minuti più tardi, con un gran destro dal limite, ma in entrambe le circostanze la palla esce di poco al lato. Al 79’ arriva la svolta. Mounard si guadagna una punizione dal limite che s’incarica di battere. La trasformazione del transalpino è magistrale e s’insacca all’incrocio alla destra di Pisseri, che stavolta non ci arriva. La Salernitana è galvanizzata e trenta secondi dopo completa una rimonta che ha del clamoroso. Il lancio di Mancini scavalca la difesa umbra, Briganti buca, nel varco s’infila Fofana che con le lunghe leve anticipa Pisseri. La palla beffardamente incoccia lentamente sul palo, ma è Gustavo il più lesto a ribadire in rete la palla che vale il 2-1. Nel concitato finale il Gubbio si riversa in avanti e sfiora il pareggio con un colpo di testa Caccavallo. La Salernitana resiste e conquista tre punti fondamentali per ripartire e guardare con maggiore ottimismo al futuro.

 

SALERNITANA-GUBBIO 2-1

 

SALERNITANA (4-3-1-2): Berardi; Luciani, Tuia, Siniscalchi, Piva; Montervino (76’ Gustavo), Perpetuini, Mancini; Foggia (46’ Mounard); Mendicino, Ginestra (56’ Fofana). A disp.: Iannarilli, Sbraga, Volpe, Capua. All.: Perrone

GUBBIO (5-3-2): Pisseri; Bartolucci, Tartaglia, Briganti, Ferrari, Giallombardo; Malaccari (83’ Di Francesco), Radi, Baccolo (68’ Belfasti); Falzerano (74’ Caccavallo), Longobardi. A disp.: Cacchioli, Boisfer, Luparini, Falconieri. All.: Roselli

ARBITRO: Aversano di Treviso (Berti e Dal Cin)

MARCATORI: 51’ Falzerano, 79’ Mounard, 80’ Gustavo

NOTE: Spettatori 5528 (quota abbonati 4730). Ammoniti Siniscalchi, Malaccari, Baccolo, Mounard, Tuia. Recuperi 2’ e 4’

Consiglia

Cronaca

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->