La Salernitana nelle mani di Gomis: subito titolare

Scritto da , 19 gennaio 2017

di Marco De Martino

SALERNO. Mentre il mercato sta entrando nel vivo, la lunghissima pausa invernale sta per andare in archivio. All’orizzonte per la Salernitana c’è il primo impegno del 2017, che segnerà anche l’inizio del girone di ritorno e (si spera) di un deciso cambio di rotta rispetto alla prima parte della stagione. All’Arechi domenica arriverà lo Spezia di Di Carlo, cliente tutt’altro che comodo e che saggerà in maniera probante le ambizioni della rinnovata Salernitana di Alberto Bollini. Negli ultimi dieci giorni il tecnico lombardo ha messo sotto torchio i suoi, sottoponendoli quasi ogni giorno ad intense doppie sedute di lavoro per risolvere gli annosi problemi che gravano sul rendimento e di conseguenza sulla classifica dei granata. E’ superfluo ribadire quanto Bollini abbia fatto lavorare il suo gruppo sulle palle inattive, vero e proprio tallone d’Achille della Salernitana da ormai una stagione e mezza. Nella speranza che i calciatori abbiano finalmente recepito le lezioni impartite, Bollini ha già in mente quale sarà l’undici che affronterà le aquile liguri. Passerà in archivio, almeno per il momento, il 4-3-3 con il quale ha fatto giocare la Salernitana da quando è arrivato a sostituire Beppe Sannino. Ancora una volta il modulo verrà sacrificato per lasciare spazio alla coppia d’attacco Coda-Donnarumma su cui la società granata intenderà ancora una volta puntare ad occhi chiusi. Ragion per cui il calvo trainer tornerà alla difesa a tre vista quasi sempre con Sannino. Perico, Bernardini e Tuia sono praticamente certi di una maglia da titolare, con Mantovani e Luiz Felipe come prime alternative. Alle loro spalle s’insedierà tra i pali Alfred Gomis. Il portiere senegalese è arrivato ieri mattina al Volpe dove ha sostenuto la seduta d’allenamento mostrando ottime doti atletiche nonostante il lungo periodo di inattività. A questo punto sembra scontato che domenica sarà lui a difendere i pali della porta granata. dovrà masticare amaro Pietro Terracciano, finora leader indiscusso del ruolo ed ora ritrovatosi nelle stesse condizioni di un anno fa, ovvero a dover inseguire ancora una volta il posto da titolare. Esordio, dunque, per Gomis. Non dovrebbe essere lo stesso per Bittante, neo terzino della Salernitana arrivato dall’Empoli in prestito con diritto di riscatto e contro riscatto. L’ex Avellino e Cagliari, che è arrivato ieri pomeriggio a Salerno svolgendo il secondo allenamento di giornata, sempre al Volpe, si accomoderà inizialmente in panchina. E’ chiaro che Bittante a lungo andare sarà il titolare della corsia destra della difesa granata, ma per il momento dovrà concentrarsi sulla parte atletica per recuperare il terreno perduto nei sei mesi di semi inattività a Cagliari (solo 5 presenze per lui). A destra dunque ci sarà Improta, con Vitale naturalmente dalla parte opposta. Praticamente intoccabili in mediana Busellato e Della Rocca anche perché le alternative nel ruolo scarseggiano. Odjer, i cui tempi di recupero dovrebbero allungarsi, non sarà del match mentre Zito e Ronaldo non troveranno spazio. O meglio, uno dei due potrebbe rientrare in gioco nel malaugurato caso in cui Alessandro Rosina non dovesse recuperare in tempo. Il fantasista infatti rimane l’unico dubbio di formazione per Bollini. Anche ieri ha lavorato a scartamento ridotto e la sua presenza è ancora in forte dubbio. Nel caso dovesse farcela, sarebbe il rifinitore alle spalle di Coda e Donnarumma, in caso contrario come detto giocherebbe uno tra Ronaldo e Zito. Trapela un cauto ottimismo ma fino alla rifinitura di sabato la presenza di Rosina rimarrà inevitabilmente in bilico.

 

Consiglia