La Salernitana mette le ali con Gatto ed Oikonomidis

Scritto da , 6 aprile 2016

SALERNO. Non c’è alternativa alla vittoria sabato prossimo. All’Arechi arriverà il Latina ma anche se fosse stato il Barcellona a mettere piede sul terreno di gioco di via Allende, la Salernitana avrebbe comunque avuto un solo risultato a disposizione. Per questo Menichini, in queste ore, sta studiando il miglior assetto tattico da contrapporre al 4-3-3 pontino. Come un camaleonte, la squadra granata in queste settimane ha spesso cambiato pelle, a seconda dell’avversario di turno da affrontare. Il modulo che probabilmente ha dato di più sotto il profilo del gioco e delle occasioni da gol create è il 4-4-2. Uno spartito tattico che il trainer di Ponsacco ha intenzione di rispolverare tra 48 ore contro la compagine allenata dallo zemaniano Carmine Gautieri. Uno schema accantonato nelle ultime settimane soprattutto per la mancanza, dovuta ad infortuni e squalifiche, di esterni di ruolo. E’ stato il caso di Zito, squalificato in occasione della gara interna con il Lanciano, di Nalini, che ha saltato Novara per l’acciacco patito nel match con il Bari, e soprattutto di Oikonomidis, assente da quasi un mese per un fastidioso infortunio. Ora che Menichini ha ritrovato l’ex avellinese, l’australiano ed in parte anche il veneto (che ieri ha forzato e che potrebbe essere già in panchina col Latina), il 4-4-2 potrà essere riproposto, a maggior ragione ora che bisognerà vincere a tutti i costi. Sulla destra Gatto ha il posto assicurato. Il 18 granata, dopo l’ottima prestazione con il Bari ed il decisivo spezzone di gara di cui è stato protagonista al Piola realizzando allo scadere la rete del preziosissimo pareggio, non potrà non essere tra i titolari con il Latina. Dalla parte opposta rientrerà Oikonomidis, assente dallo sciagurato match interno contro la Virtus Entella. L’australiano, rigenerato dall’esperienza in nazionale maggiore, è nettamente favorito su Zito, apparso ancora non pienamente in condizione. L’intenzione di Menichini è quella di infilare in velocità i compassati terzini avversari, Bruscagin e Calderoni, creando le condizioni affinchè i due attaccanti Coda e Donnarumma possano far male al Latina. Per il resto ci sono pochi dubbi per il tecnico di Ponsacco. Nonostante anche ieri non abbia forzato nella seduta al Mary Rosy, Ricardo Bagadur sarà del match in coppia con Empereur al centro della difesa. Sulle corsie esterne Ceccarelli e Franco (provato da difensore centrale) sono in vantaggio su Colombo e Rossi. A centrocampo, detto degli esterni, rientrerà un elemento preziosissimo per lo scacchiere tattico granata. Moro ritroverà infatti Odjer, reduce dalla squalifica e pronto a conferire muscoli e fosforo al reparto nevralgico. Scivoleranno in panchina sia Ronaldo che Bovo (non al meglio come Tuia). Oggi si replica al Mary Rosy mentre è possibile il ritiro anticipato a Paestum già da domani per preparare al meglio la gara della vita.

Consiglia

Cronaca

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->