La Salernitana espugna Lamezia grazie ad un guizzo di Calil

Scritto da , 20 Settembre 2014
image_pdfimage_print

di Marco De Martino

LAMEZIA TERME. La Salernitana si conferma squadra da vittoria all’ultimo respiro battendo al D’Ippolito la Vigor Lamezia grazie ad una rete di Calil arrivata a 5′ dalla fine. Decisivi ancora una volta i cambi di Menichini, con Mounard e lo stesso brasiliano che hanno dato la svolta ad una partita fino al momento del loro ingresso davvero noiosa e destinata al pareggio.

LA CRONACA Dopo un avvio soporifero il primo sussulto giunge al 9’: Tuia lancia in verticale per il taglio di Gabionetta che, in piena area di rigore, tira in maniera fiacca favorendo la parata comunque provvidenziale di Piacenti. Dopo questa emozione la partita si spegne, con le due squadre che non trovano varchi affidandosi a stucchevoli ed infruttuosi lanci lunghi. Di occasioni da gol nemmeno l’ombra fino al 38’ quando Pestrin perde in maniera incredibile palla sulla trequarti innescando il contropiede del Lamezia. Scarsella entra in area tutto solo e conclude ma Gori è strepitoso in uscita e salva la porta granata. Il primo tempo finisce così tra tanti sbadigli e pochi applausi.

In avvio di ripresa un paio di mischie in area della Vigor, frutto di altrettanti calci piazzati, fanno venire i brividi ai difensori calabresi ed imprecare gli attaccanti granata che non riescono a concretizzare. Al 53’ la Salernitana reclama per un rigore apparso solare ai danni di Nalini e non concesso dal signor Caso di Verona. Il granata, liberatosi con un dribbling in piena area lametina, viene affossato da Gattari ma per il direttore di gara il fallo è dello stesso Nalini. Al 59’ Colombo pesca bene in area Gabionetta che di testa manda la palla fuori. Il Lamezia resta sulle sue tentando di tanto in tanto qualche sortita in avanti. Al 68’ un tiro cross di Malerba bacia l’esterno del palo della porta di Gori e termina fuori. Al 71’ Mounard, mandato in campo al posto di Negro, lascia partire una fiondata dai trenta metri con la palla che termina di poco alta sulla trasversale della porta difesa da Piacenti. Al 74’ ci prova anche Calil, subentrato a Gabionetta, con un altro tiro dal limite, con il pallone stavolta respinto alla grande da Piacenti. Un minuto dopo è ancora provvidenziale il portiere dei bianco verdi che respinge prima in uscita disperata su Mendicino e poi sul tiro a botta sicura di Nalini. All’85’ arriva finalmente il gol della Salernitana. Tuia lancia in profondità Calil, il brasiliano appena entrato in area dalla destra lascia rimbalzare la palla prima di battere in diagonale un tiro imparabile per Piacenti. E’ il meritato vantaggio per la Salernitana giunto ancora una volta in piena Zona Cesarini. Tre punti fondamentali che lanciano i granata in testa alla classifica.

VIGOR LAMEZIA-SALERNITANA 0-1

VIGOR LAMEZIA (4-3-3): Piacenti, Spirito, Di Bella (14’ Malerba), Gattari, Rapisarda; Puccio, Giampà (88’ Held), Scarsella; Catalano (67’ Montella), Del Sante, Improta. In panchina: Rosti, Di Marco, Battaglia, Voltasio. All.: Erra

SALERNITANA (4-2-3-1): Gori; Tuia, Lanzaro, Trevisan, Colombo; Pestrin, Favasuli; Nalini, Negro (69’ Mounard), Gabionetta (63’ Calil); Mendicino (80’ Volpe). In panchina: Russo, Bianchi, Pezzella, Giandonato. All.: Menichini

ARBITRO: Caso di Verona

MARCATORI: 85’ Calil

NOTE: Spettatori circa quattromila, di cui una cinquantina provenienti da Salerno. Ammoniti Colombo, Mendicino, Favasuli, Held. Recuperi 4’ e 4′

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->