La Salernitana chiude per l’attaccante portoghese Joao Silva

Scritto da , 18 agosto 2016

La Salernitana ha individuato in Joao Pedro Pereira Silva, noto alle cronache sportive semplicemente come Joao Silva, il rinforzo giusto nel reparto avanzato assicurandosi le prestazioni del calciatore (che era svincolato) per la prossima stagione sportiva. Contratto per un anno ed arrivo in sede in mattinata per mettere nero su bianco. Nato il 21 maggio 1990, l’ariete portoghese risponde in pieno al requisito della punta fisicamente strutturata che Mister Sannino ha indicato alla dirigenza granata nella ricerca sul mercato.

Calcisticamente nasce in Portogallo in forza al Deportivo Aves, squadra della sua città natale, con la quale mise a segno tredici reti in trenta partite del campionato di seconda divisione. Era la stagione 2009/2010. A vent’anni il grande salto in Premier League all’Everton, una toccata e fuga di pochi mesi seguita dal doppio prestito in direzione Portogallo prima all’Uniao Leiria e poi al Vitoria Setubal.

Nel 2012, il club inglese se ne privò a titolo definitivo cedendolo in Bulgaria al Levski Sofia. Venticinque le gare disputate in campionato con sette reti e tre assist all’attivo, oltre a due presenze nelle qualificazioni alla fase a gironi dell’Europa League contro l’FK Sarajevo.

La stagione tutto sommato positiva nel torneo bulgaro convinse il Bari a concedergli una chance in Italia. In biancorosso, Joao Silva si confermò attaccante non proprio avvezzo alla doppia cifra chiudendo in cadetteria con quarantatré gare tra regular e post season condite da otto realizzazioni. Nonostante tutto, il Palermo si decise ad ingaggiarlo nelle ultime fasi del mercato estivo di due anni fa.

Curioso il suo approdo in rosanero, ufficializzato una manciata di secondi dopo il gong definitivo per la finestra dei trasferimenti. Bari e Palermo però presentarono ricorso riuscendo a ratificare l’operazione che prevedeva un triennale per l’attaccante lusitano. Zero sussulti in Serie A con poco più di un’ora disputata contro il Napoli, poi la scelta di tornare in Portogallo.

La nuova opportunità in Italia risale a gennaio 2016 con l’Avellino che lo mise sotto contratto fino a giugno per rimpiazzare Trotta. Non ha trovato la riconferma in Irpinia nonostante 9 presenze ed 1 gol e da svincolato adesso cercherà il riscatto con la Salernitana. Un attaccante giramondo per la squadra granata che accoglie altri chili e centimetri in prima linea.

Consiglia

Cronaca

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->