La Salernitana cala il poker, 1-0 ad Ischia: decide Nalini

Scritto da , 24 Settembre 2014
image_pdfimage_print

di Marco De Martino

La Salernitana vince ad Ischia, bissando l’1-0 di Lamezia, grazie ad una rete del solito Nalini e conquista la quarta vittoria consecutiva che la proietta ancora in cima alla classifica in attesa delle altre gare di questa sera del quinto turno. Un successo meritato, ottenuto con il minimo sforzo e nonostante le tante assenze, anche se contro un avversario, l’Ischia, davvero scadente.

LA CRONACA. Al 7′ il primo brivido con Favasuli che dalla bandierina calcia con un velenoso sinistro a rientrare, mandando la palla ad incocciare la traversa con Mennella battuto. Al 14′ è Tuia, sempre sugli sviluppi di un calcio da fermo, a sfiorare il vantaggio ciccando un pallone quando si trovava a pochi passi dalla porta isolana. Doppia emozione al 34′. Prima è l’Ischia ad andare vicino al gol a causa di una gravissima incertezza di Gori che non trattiene un cross di Ciotola, con la palla che ballonzola sulla linea di porta prima di essere spazzata da Trevisan poco prima che la varcasse. Sul capovolgimento di fronte la Salernitana sfiora a sua volta il gol con un diagonale di Negro che fa la barba al palo e termina fuori. E’ il preludio al vantaggio dei granata che giunge al 37′. Negro batte un corner, la palla sul secondo palo arriva a Tuia che fa da sponda per Nalini che a centro area e tra due difensori ischitani batte di testa Mennella. Secondo assist consecutivo per il difensore dopo quello di Lamezia, primo gol in granata per l’esterno. Al 50′ l’Ischia va vicinissima al pareggio con Cruz. Il brasiliano scatta sul filo del fuorigioco, s’invola verso la porta granata presentandosi a tu per tu con Gori. Il portiere della Salernitana si riscatta alla grande uscendo a valanga e rintuzzando la conclusione per la verità fiacca di Cruz che di fatto si divora il pareggio. Al 61′ su un calcio di punizione c’è una dormita della difesa salernitana con l’Ischia che non ne approfitta mandando la palla in curva. Al minuto 75 la Salernitana ha l’occasione per chiudere il match: bello spunto di Calil che serve Nalini, il quale converge dalla destra e conclude di sinistro in diagonale, sulla traiettoria della palla spunta Negro che devia ma non beffa Mennella, strepitoso nel respingere ed evitare il raddoppio granata. Poco dopo, all’81’, Negro va ad un passo dal gol con una conclusione di destro che termina vicinissima al palo e termina fuori. L’Ischia all’82’ resta in dieci per l’ingenua espulsione di Schetter. La Salernitana però non riesce a chiudere i conti e così nel finale rischia. All’88’ De Agostini manda alto di pochissimo il pallone sugli sviluppi di un corner. L’Ischia è però poca cosa e così la Salernitana può portare a casa la vittoria, la quarta di fila, raggiungendo così quota 13 punti in classifica.

ISCHIA–SALERNITANA 0–1

ISCHIA ISOLAVERDE (3-4-3) Mennella, Finizio, De Agostini (89′ Sirignano), Bulevardi (70′ Ingretolli), Empereur, Rainone, Armeno, Wagner (58′ D’Amico), Cruz, Schetter, Ciotola. A disp: Taglialatela, Impagliazzo, Iannascoli, Di Cesare. All. Porta.

SALERNITANA (4-2-3-1): Gori; Tuia (46′ Bianchi), Lanzaro, Trevisan, Colombo; Pestrin, Favasuli; Nalini, Negro (89′ Ginestra), Pezzella (54′ Mounard); Calil. A disp: Russo, Castiglia, Giandonato, Volpe. All. Menichini.

Arbitro: Martinelli di Roma (Gentilini/Tamburini)

MARCATORI: 38′ Nalini

NOTE: Spettatori un migliaio circa di cui una trentina provenienti da Salerno. Ammoniti Pestrin, Rainone, Wagner, Calil, Colombo. Espulso all’82’ Schetter per somma di ammonizioni. Recuperi 1′ e 4′

 

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->