La Salernitana affonda a Terni

Scritto da , 13 febbraio 2016
image_pdfimage_print

di Fabio Setta

Rivoluzionata la squadra, cambiato il tecnico, non cambiano però i risultati. La Salernitana affonda a Terni e colleziona la quinta sconfitta consecutiva lontano dall’Arechi. Finisce 4-0 a favore degli umbri dell’ex Breda cui bastano solo 45 minuti per archiviare la pratica. Una Salernitana messa male in campo, con una difesa ballerina e un centrocampo troppo leggero. Risultato pesante, ma inevitabilmente giusto. La gara della Salernitana in fin dei conti dura appena dodici secondi. 12 secondi e Donnarumma chiama subito in causa Mazzoni. Altri trenta e l’ex Teramo ci prova a giro ma la palla è fuori. Un avvio tanto rapido quanto illusorio. La Ternana ci mette ben poco a capire i limiti della squadra granata. Centrocampo leggero, difesa ballerina e così dopo due salvataggi di Terracciano prima su Ceravolo al 5’ e poi su Janse al 7’, gli umbri trovano il gol. Al 9’ Ceravolo salta netto Ceccarelli, la palla arriva all’accorrente Furlan che supera Pestrin e porta in vantaggio la squadra di Breda. La Salernitana avrebbe anche l’opportunità di pareggiare subito. Ottimo movimento di Coda che vede l’inserimento di Bovo, assist per Oikonomidis con Mazzoni che salva in angolo. Ma i granata non riescono a costruire azioni pericolose e continuano a lasciare spazi agli umbri. Al 29’ Coppola ruba palla a Ceccarelli, serve Falletti che vede Ceravolo. L’attaccante rossoverde scatta sul filo del fuorigioco e batte Terracciano. E’ il gol che spezza le gambe alla Salernitana, incapace di offrire una reazione. E così al 39’ arriva anche il terzo gol dei padroni di casa. Sugli sviluppi di un angolo, la difesa granata dimentica Meccariello che di testa mette alle spalle di Terracciano. Sul finire del primo tempo timidi segnali di vita con Coda e Donnarumma ma la Ternana non soffre. A inizio ripresa Menichini esclude Bovo e rilancia Gabionetta. La partita del brasiliano dura cinque minuti, un pallone perso e un fallaccio da dietro su Falletti che costa il secondo rosso consecutivo per il numero dieci granata. Sotto di tre reti e con un uomo in meno, la Salernitana si affida all’orgoglio Un tiro di Pestrin, riportato a centrocampo, da fuori e poco altro, mentre la Ternana spreca, cincischia e dà quasi l’idea di non voler affondare i colpi sulla morente Salernitana. Menichini si affida anche a Bus, inserendolo al posto di Coda. Nel finale si male Colombo e la Salernitana resta addirittura in nove. Al 90’ Falletti prende palla e di destro batte Terracciano per il 4-0. Poi finalmente il fischio finale che chiude un pomeriggio da dimenticare.

TERNANA- SALERNITANA 4-0

TERNANA (4-2-3-1): Mazzoni; Zanon, Gonzalez, Meccariello, Vitale; Busellato (73’ Signorelli), Coppola; Janse (66’ Belloni), Falletti, Furlan, Ceravolo (79’ Gondo). A disposizione: Sala, Valjent, Zampa, Avenatti, Palumbo, Grossi. Al. Breda

SALERNTIANA (3-4-1-2): Terracciano; Ceccarelli, Pestrin, Bernardini; Colombo, Bovo (46’ Gabionetta), Moro, Oikonomidis, Franco; Coda (79’ Bus), Donnarumma (54’ Gatto). A disposizione: Strakosha, Pollace, Trevisan, Bagadur. All. Menichini

ARBITRO: Pezzuto di Lecce (Caliari di Legnano e Borzomi di Torino, IV Uomo Camplone di Pescara)

MARCATORI: 9’ Furlan, 29’ Ceravolo, 39’ Meccariello, 90’ Falletti

NOTE: Spettatori 4000 circa, 350 dei quali provenienti da Salerno. Ammoniti: Coppola (T), Ceccarelli (S), Donnarumma (S), Meccariello (T), Zanon (T), Espulso al 50’ Gabionetta (S). Angoli 5-7. Rec. 0 pt, 4′ st

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->