La Salernitana accarezza il miracolo salvezza ma sarà play out con Lanciano o Livorno

Scritto da , 20 maggio 2016

di Marco De Martino

SALERNO. Una rete di Donnarumma in avvio basta alla Salernitana per compiere il minimo indispensabile per strappare tre punti contro la cenerentola Como e sfiorare per qualche minuto la salvezza diretta. Poi la rete del Latina a Pescara gela i granata che arrivano quint’ultimi e quindi sono condannati ai play out. Per l’avversaria bisognerà attendere l’esito del caso Lanciano. Con due punti di penalizzazione il Lanciano, con meno tre ai frentani i granata se la vedrebbero con il Livorno.

Due minuti e la Salernitana sfiora la rete con Tuia il cui colpo di testa finisce di poco fuori. I granata sono arrembanti e creano subito dopo tre occasioni nel giro di un minuto, prima con Donnarumma, poi con Coda ed infine con Zito ma il Como si salva con affanno. Il gol è nell’aria ed arriva al 5’: cross al bacio di Rossi e colpo di testa vincente di Donnarumma. Ancora un minuto e Nalini inizia un contropiede, Coda rifinisce per Donnarumma il quale mette a sedere Giosa ma calcia in bocca a Crispino. L’assalto granata continua ed ancora Donnarumma al 10’ va ad un passo dal gol ma il suo sinistro a botta sicura s’infrange sul palo alla sinistra di Crispino ormai battuto. Il ritmo s’abbassa vistosamente ma la Salernitana torna vicinissima al gol al 27’ quando Zito, pescato alla perfezione da Nalini sul secondo palo, ma il colpo di testa da mezzo metro viene bloccato da Crispino in disperata uscita. Ancora un giro di lancette e Colombo, dopo un’azione personale, fa la barba al palo con un sinistro dal limite. Al 34’ Donnarumma, ancora una volta liberatosi davanti a Crispino, invece di concludere cerca il passaggio a Colombo ma Casasola sventa in extremis. Nel frattempo le reti di Novara, Livorno e soprattutto Pescara mettono la Salernitana nelle condizioni di andare al riposo con la serie B in cassaforte.

Resta negli spogliatoi Moro dopo il riposo a causa del riacutizzarsi del problema alla schiena, al suo posto c’è Odjer. Al 52’ altra opportunità per i granata con Nalini, il cui destro è respinto da Crispino, sulla ribattuta si avventa Coda ma il suo colpo di testa è debole e il portiere lariano blocca sulla linea. Il Como si fa pericoloso al 61’ con Madonna, il cui tiro da posizione angolata termina di poco al lato. A questo punto la partita s’addormenta in attesa di buone notizie, ma giunge il pareggio del Latina e così la Salernitana, rimasta in dieci per l’infortunio a Colombo a sostituzioni finite, difende il prezioso vantaggio fino al 94’. Tre punti che non bastano per la salvezza diretta, ci sarà l’appendice dei play out. Per conoscere l’avversario bisognerà attendere l’entità della penalizzazione al Lanciano.

SALERNITANA – COMO 1-0

Salernitana (4-4-2): Terracciano; Colombo, Tuia, Empereur (66’ Franco), Rossi; Nalini, Moro (46’ Odjer), Pestrin, Zito (62’ Gatto); Coda, Donnarumma. A disp.: Strakosha, Pollace, Trevisan, Oikonomidis, Bus, Martiniello. All.: Menichini.

Como (4-2-3-1): Crispino; Ambrosini, Casasola (75’ Cicconi), Giosa, Marconi; Brillante, La Camera (83’ Mandelli); Madonna, Bessa, Barella; Scapuzzi (71’ Cassetti). A disp.: Scuffet, Andreanacci, Tentardini, Fietta, Basha. All.: Cuoghi.

Arbitro: Pezzuto di Lecce (Tolfo-Villa). IV uomo: Di Martino di Teramo

MARCATORI: 5’ Donnarumma

NOTE: Spettatori 17748 (quota abbonati 5418). Ammoniti Pestrin, Casasola, Rossi, Cicconi, Barella. Recupero 1’ e 4’

Consiglia