La Paganese prova a rompere il digiuno con il Catanzaro

Scritto da , 15 dicembre 2013

PAGANI. “Dovremo giocare con la stessa intensità messa in campo con Nocerina e Gubbio”. E’ la richiesta esplicita del tecnico Agenore Maurizi al suo gruppo chiamato a dare continuità ai miglioramenti dal punto di vista della manovra visti nelle ultime giornate ma soprattutto ad far invertire il trend negativo di risultati. In virtù di ciò il trainer di Colleferro è intenzionato a confermare il 3-4-3, suo marchio di fabbrica. “E’ il sistema di gioco che sposa in pieno le nostre caratteristiche – afferma alla vigilia il tecnico – che ci permette di creare maggiori grattacapi alle difese avversarie. Domenica a Gubbio abbiamo schierato dieci undicesimi di calciatori presenti con noi fin dai primi giorni del ritiro dove abbiamo lavorato soprattutto con questo modulo. Credo che si sia più affiatamento tra i reparti rispetto ad improvvisati sistemi di gioco utilizzati finora per assenze prolungate in attacco”. In prima linea mancherà soltanto il brasiliano William alle prese con problemi alla caviglia, tra i convocati c’è infatti anche la meteora francese Lanteri. Si va verso la conferma del tridente visto a Gubbio nonostante in settimana l’ungherese Novothny abbia chiesto maggiore spazio. “E’ giusto che un calciatore chieda spazio e di giocare in un sistema di gioco più congeniale alle sue caratteristiche. Sarà molto utile a gara in corso”. In campo così dal primo minuto Beretta affiancato da Deli e De Sena. La vera novità di giornata riguarda la corsia destra del centrocampo dove Giampà ritornerà nella sua posizione naturale. “Abbiamo delle carenze sugli esterni dovute agli infortuni di Iraci ed alla squalifica di Meola. La scelta così è caduta su Giampà. E’ il calciatore che più si adatta a quel ruolo”. Sul versante opposto ci sarà Iraci mentre scelte obbligate al centro. Martinovic affiancherà Franco, in virtù dell’ infortunio di Velardi. Riconferma totale anche nel pacchetto arretrato con Panariello ancora in panchina e Pepe ai box per noie muscolari. Toccherà così al paganese Giovanni Tortora, che ha esordito tra i PRO sette giorni fa, guidare il trio difensivo. “Con lui – precisa Maurizi – stiamo svolgendo un lavoro duro e certosino iniziato fin dal ritiro in quanto veniva da un periodo di inattività e da esperienze in settore giovanili. Adesso lo stiamo preparando per un campionato importante come la Prima Divisione. A Gubbio è stato autore di una buona gara, spero che ripeta la prestazione anche domani. Punto su di lui”. Completeranno il reparto Monopoli e Perrotta dinanzi al lituano Svedkauskas, favorito su Volturo

COSI’ IN CAMPO ORE 14,30

PAGANESE (3-4-3): Svedkauskas, Monopoli, Tortora, Perrotta; Giampà, Franco, Martinovic, Amelio; Deli, Beretta, De Sena. A disp. Volturo, Panariello, Toppan, Grillo, Lanteri, Novothny, Cioffi

CATANZARO (4-4-2): Bindi; Calvarese, Ferraro, Rigione, Catacchini; Marchi, Vitiello, Casini, Russotto; Martignago, Germinale. A disp.: Scuffia, Uliano, Bacchetti, Fiore, Squillace, Tortolano, Fioretti. All. Brevi.

Marco Orlando Ferraioli

Consiglia

Cronaca

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->