La Paganese prende le distanze dai violenti

Scritto da , 6 maggio 2014

di Raffaele de Angelis PAGANI. La Paganese si scaglia contro i suoi pseudo-tifosi. In una nota ufficiale, infatti, il sodalizio azzurro stellato ha condannato fermamente gli episodi di violenza gratuita ed ingiustificata accorsi ai tifosi della Salernitana di rientro dalla trasferta a Pagani. La società di patron Trapani, da sempre sostenitrice dei valori di sportività e lealtà nel mondo del calcio, è molto rammaricata per l’accaduto giacchè la gara con la Salernitana, nonostante l’agonismo sportivo che un derby rappresenta, si è svolta in assoluta tranquillità con le rispettive tifoserie sugli spalti intente solo ad incitare la propria squadra del cuore. La Paganese, inoltre, ha piu’ volte esposto nelle sedi competenti la massima disponibilità e collaborazione con le forze dell’ordine per la disputa dei derby a porte aperte, non ultimo quello con la Salernitana, e tali episodi,che nulla hanno a che vedere con lo sport e con il calcio, minano non solo l’immagine della Società ma di tutta la comunità sportiva azzurrostellata. Ad intervenire sull’argomento è stato il presidente Raffaele Trapani: “Sono fortemente amareggiato perchè anzichè parlare del risultato sportivo maturato sul campo, ci troviamo ancora una volta etichettati in un modo che non ci compete, che non ci appartiene e da cui ci dissociamo in maniera forte e decisa. La gara con la Salernitana è stata disputata in un clima di grande serenità e nulla lasciava presagire quello che invece, ho appreso dopo poche ore dal termine della partita stessa. L’episodio-continua Trapani-che è stato anche purtroppo evidenziato sulla stampa locale e nazionale, non onora nè la città di Pagani, nè lo sport Paganese. La società non tollererà piu’ alcun comportamento che possa ledere la tradizione della Paganese Calcio violando le regole piu’ elementari di un comportamento civile e corretto e si attiverà per identificare i responsabili che nulla hanno a che vedere con la parte sana del tifo a Pagani”. Capitolo allenatore. Non c’è ancora nulla di ufficiale ma Sasà Campilongo resta sempre saldamente in pole position per la conduzione tecnica della prima squadra. In alternativa resiste la candidatura di Ezio Capuano ma è inevitabile che bisognerà attendere ancora un po’ prima di poter fare chiarezza definitivamente sull’argomento. In un modo o nell’altro la questione andrà comunque risulta in tempi ragionevolmente brevi per consentire alla società di programmare in un certo modo anche il calciomercato che gioco forza dovrà portare dote al nuovo allenatore quegli elementi in grado di far compiere a questa squadra il definitivo salto di qualità.

Consiglia

Cronaca

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->