La nuova street art tra i vicoli di Vietri

Scritto da , 13 Agosto 2021
image_pdfimage_print

di Antonio Abate

Si aggira per le strade ed i vicoli di Vietri con molta discrezione, quasi tema di arrecare disturbo, lascia il suo tratto nei punti fino ad oggi impensabili e riscompare. Stavolta però Giovanni Pisacane, artista 63enne di Torre Annunziata, non è passato inosservato mentre con la sua mano, quasi ispirata da Poseidone, ha ridato vita ad un muretto storico in pieno centro a Vietri sul Mare. ‘O vico e’ Passariell’ verso Piazza Mercato è zona di transito quasi obbligato per i residenti ma anche per i tanti turisti che in questi giorni stanno riempendo le strade della cittadina alle porte della costiera amalfitana. Tante presenze, tanto ossigeno per albergatori e commercianti che ritrovano il sorriso dopo il buio dello scorso anno quando il turismo è stato quasi del tutto fermo. Ed il maestro Pisacane, con un passato tra liceo artistico ed accademia delle belle arti di Napoli, apprendendo le tecniche dei grandi pittori, a cominciare da un certo Caravaggio, ha scelto di dedicare la sua sapiente arte della pittura, del paesaggio, del risalto alle cose ad angoli del paese che sono lì nell’indifferenza. Ecco che allora che elementi morti diventano opere d’arte urbane. E’ il caso di pannelli di cabine di impianti elettrici, della telefonia residenziale, semplici tubi esterni dell’acqua, che con il sapiente gioco dei pennelli ritrovano colore e nuova vita, suscitando in questi giorni non poco interesse da parte dei turisti che hanno nuovi set per le proprie foto. Pisacane, uomo nato e vissuto vicino al mare, anche a Vietri non esce mai fuori tema con i colori usati: turchese, giallo, verde, azzurro e così via, sempre però senza discostarsi dagli elementi che caratterizzano la ceramica vietrese. Tanto smalto per rendere vivaci e soprattutto duraturi i suoi lavori ma anche olio, acrilico per dare risalto ai suoi viaggi nell’arte.

Pisacane sfoga la sua vena artistica senza che abbia mai chiesto un soldo, sono i commercianti ed i nuovi amici che si è fatto a Vietri ad offrirgli un pasto, un luogo di riposo, qualche offerta in denaro. Tra questi c’è senza dubbio Mirkò, artista vietrese di fama internazionale, sempre prodigo di iniziative che mettono al centro lo sviluppo dell’arte al servizio della crescita e del turismo. Ed anche i commercianti hanno capito la validità dell’intervento di Pisacane e cercano anche di commissionargli altri lavori.

Lo spirito di Pisacane non è passato inosservato anche a palazzo di città dove hanno capito che i suoi interventi non possono che rendere ancora più bella Vietri, come infatti sta avvenendo. E proprio con l’aiuto di Mirkò sta per nascere un progetto che vede l’amministrazione comunale vietrese molto disponibile a trasformare un archetto di sbatacchio che unisce due vecchi palazzi vietresi, tra Corso Umberto I e via Ospizio, in un vero e proprio arco dell’amore. Nella volta Pisacane potrebbe essere chiamato a disegnare la raffigurazione di bacio che rappresenti il forte sentimento tra la principessa longobarda Sichelgaita ed il principe normanno Roberto Il Guiscardo. Una iniziativa che, se andasse in porto, rappresenterebbe la prima di una serie di set d’importanza artistica e storica dal forte richiamo turistico. Un po’ come succede ormai da svariati anna per la casa colorata a Marina, meta di tantissimi turisti in cerca di location da immortalare e diventata vera icona del borgo marinaro.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->