La nuova giunta: De Luca jr al bilancio, Avossa vice Caramanno e Ferrara le new entry

Scritto da , 8 giugno 2016
image_pdfimage_print

di Andrea Pellegrino

Le manovre per la composizione della nuova giunta sono in corso ed in tempi rapidi potrebbe essere ufficializzata. Per ora si susseguono riunioni all’interno dei partiti e dei movimenti che hanno sostenuto la candidatura di Enzo Napoli. A tutti potrebbe andare il giusto riconoscimento. Al momento un metodo per individuare i nuovi assessori non c’è. S’attende di sapere se ci sarà il via libera a Roberto De Luca in corsa per la delega al bilancio. Ma questa posizione sarà sbloccata solo da papà Vincenzo. Dopo sarà scelto il metodo che riguarderà la restante parte (eletta) che comporrà l’esecutivo cittadino. Nove in tutto, di cui almeno tre donne. Quote rosa che sarebbero state richieste a Davvero Verdi, Socialisti e Moderati. In pratica i partiti satellite dovrebbero farsi carico della parte femminile, nel mentre i Progressisti riconfermeranno Eva Avossa che, così come per la lunga era De Luca, dovrebbe essere nominata vicesindaco con delega alla pubblica istruzione. I Verdi, invece, dalla loro avrebbero già calato la loro rosa, indicando le tre donne che hanno ricevuto il maggior numero di voti. Si tratta di Monica De Concilio, Mariarita Giordano e Francesca Paola Genoino. Naturalmente in capo ai Verdi c’è anche il problema Calabrese, l’unico assessore comunale uscente bocciato dalle urne. Infatti il delegato all’ambiente ha racimolato appena 239 preferenze. Stessa richiesta in rosa anche per i Moderati che però avrebbero respinto già al mittente la proposta. Ieri il gruppo che ha eletto due consiglieri (Stasi e Gallo) si è riunito per decidere la strategia da mettere in campo. Le pedine per ora certe sono quelle di Nino Savastano e Mimmo De Maio, entrambi dovrebbero restare al loro posto, con le stesse deleghe. Soprattutto De Maio che dalla sua ha da portare avanti il nuovo piano urbanistico cittadino. Complessa l’entrata di Ermanno Guerra che vede allontanarsi anche l’ipotesi di presidenza del Consiglio comunale presa di mira da Sandro Ferrara, primo eletto di “Campania Libera” che però è anche in pole per un posto di assessore. Spera nell’ingresso in giunta anche Angelo Caramanno che in “Salerno per i giovani” si è piazzato primo. Stessa sorte per Dario Loffredo, primo degli eletti del partito socialista.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->