La lista “Più europa” si presenta agli elettori salernitani

Scritto da , 29 Agosto 2020
image_pdfimage_print

Si è tenuta la conferenza stampa di presentazione della lista “Più Europa” a Salerno. Dal capoluogo salernitano parte la sfida di Più Europa alle destre e al MoVimento 5 Stelle del partito europeista per eccellenza. Hanno partecipato Alessandra Senatore, Vice Presidente nazionale di Più Europa, e Antonio Santoro, membro della Direzione nazionale del partito e coordinatore del gruppo di Salerno. Quest’anno la lista presenta diverse individualità di spicco, presi dalla società civile e ovviamente, tutte presenti allo startup elettorale: Stefania De Martino (avvocata di Salerno), Antonio Genua (avvocato di Agropoli), Francesco Marino Iandiorio (insegnante di Salerno), Olga Robertazzi (psicologa di San Gregorio Magno), Antonella Cataneo (avvocata di Prignano Cilento), Gianluigi Grieco (impiegato di Scafati), Giacinto Curcio (imprenditore di Polla), Alessandra Vicinanza (imprenditrice di Fisciano) e Giuseppe Longobardi (export manager di San Valentino Torio). A presentare candidati e responsabili il membro del coordinamento regionale Fabio Buoninconti. “presentiamo la nostra lista in maniera autonoma rispetto alle altre proprio per rimarcare la differenza tra noi e le tante liste che sostengono De Luca. Noi parliamo di temi e programmi, gli altri fanno uso di attacchi personali. la politica deve parlare di temi e programmi e non parlare di odio e personalismi” Dice la Senatore. “L’Europa è stata una risorsa fondamentale per il nostro territorio e in generale per il mezzogiorno” ribatte Antonio Santoro. “Noi vigileremo su ogni Euro che arriverà dal Recovery fund e faremo in modo di stoppare ogni euro che arriva di spesa improduttiva.” “C’è una degenerazione di queste liste civiche che di fatto hanno svilito l’attività politica dei partiti, si parla di candidati a cui si costruisce una lista attorno, un partito nazionale dà un segnale di continuità e organicità all’offerta politica” continua la Senatore. “Ribadiamo che la nostra lista è alternativa alla destra populista e al messaggio che viene dal MoVimento 5 Stelle, noi vogliamo mettere al centro il lavoro, lo sviluppo, gli investimenti, e la difesa delle fasce più deboli, giovani, donne ed anziani. – Continua Senatore – Pensiamo ad un vero reddito di cittadinanza: una borsa di studio per tutti gli studenti bisognosi dai 14 ai 24 anni. La politica deve creare tutte le condizioni per dare a tutti le stesse possibilità, senza scendere nell assistenzialismo.”

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->