La legalità è di… scuola al Regina Margherita

Scritto da , 27 novembre 2013
image_pdfimage_print

Si è tenuta ieri mattina presso il liceo statale “Regina Margherita” di Salerno, anche grazie all’ impegno organizzativo della preside dell’istituto Virginia Loddo, la prima delle tre giornate d’ informazione prevista dal percorso formativo sulla contraffazione, rivolto ad alunne e alunni del plesso di via Cuomo. Di fondamentale rilevanza socio-culturale i temi toccati in questa prima giornata, presenziata dal questore di Salerno e dal direttore dell’ufficio Siae di Salerno Claudio Preziosi. Il questore si è interfacciato con gli studenti presenti, parlando a 360 gradi di tutti i temi più cari ai giovani, quali la dipendenza dalla droga e rischi derivanti dalla sua assuefazione, dall’alcool e dai suoi effetti fino ad arrivare a toccare il tema della contraffazione, evidenziando come la criminalità trae beneficio, non solo dal punto di vista economico, proprio da questi aspetti divenuti oramai consuetudinari nello scenario contemporaneo. Il direttore della Siae invece si è concentrato particolarmente sulla contraffazione, illustrandola in tutte le sue sfaccettature, e contrapponendola alla legalità in termini di tutela del diritto d’autore, dimostrando ai presenti come il diritto d’autore non rappresenti un’imposta, ma il giusto riconoscimento a coloro i quali hanno creato l’opera stessa. La Siae ha poi illustrato praticamente le tecniche più frequenti utilizzate dai contraffattori. A seguito del convegno, si sono costituiti tre gruppi di lavoro tra gli alunni intervenuti, i quali opereranno al fine di realizzare un dibattito interattivo con tutte le istituzioni. L’appuntamento è per il prossimo 4 dicembre, dove interverranno il comandante dei vigili urbani di Salerno, Eduardo Buscaglin, unitamente ai propri ufficiali, per affrontare altre delicate tematiche della contraffazione e ai suoi effetti. Maria Rainone

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->