La gioia di Mezzaroma

Scritto da , 26 aprile 2015
image_pdfimage_print

SALERNO. In settimana aveva invitato tutti alla calma, a giocarsi senza grilli per la testa e senza pensare al risultato proveniente dal “Santa Colomba”. Sono le 19.19, un orario non banale, e la Salernitana torna dopo cinque anni in Serie B, per Marco Mezzaroma una gioia indescrivibile, senza precedenti: “Sono distrutto – esordisce – questo è il primo tra gli ultimi campionati vinto con tanta sofferenza. Un pathos avvalorato dall’attesa del risultato del Benevento che, a risultato nostro acquisito, mi ha sfinito. Sono davvero felicissimo, la cosa che veramente più mi inorgoglisce è il fatto di aver constatato la passione dilagante verso la nostra squadra. Al di là del risultato sportivo, l’entusiasmo provato è fuori dal comune”. Il co-patron granata non sta più nella pelle: “Al triplice fischio ho provato una sensazione strana – prosegue – una sensazione di sospensione come se in quel preciso istante non credessi a cosa fosse stato realizzato. Poi mi sono destato, ho il cuore pieno di orgoglio, ringrazio tutti quanti coloro hanno lavorato con noi, anche e soprattutto i tifosi, visto che è un grande successo della città. Questa vittoria è il coronamento di quattro anni, partendo da Budoni e dai piccoli centri sardo-laziali-campani, con una società con altri colori e con un altro nome. I salernitani sono persone splendide, sono contento di aver vinto con loro”. Incalzato subito sul prossimo futuro della squadra ovviamente il presidente non si sbilancia: “Ora godiamocela per un po’, poi cominceremo a programmare il futuro. Le serie B è un campionato diverso. Partiamo da una buona base ma c’è da migliorare qualcosa andando ad intervenire puntualmente a 360 gradi vari aspetti societari partendo dall’aspetto tecnico fino all’impiantistica impiantistica. Siamo pronti a lavorare per continuare a crescere. Finora avevamo fretta di uscire da questa categoria, ora lo abbiamo fatto, si volta pagina ed inizia una programmazione diversa in un arco temporale che di qui a breve valuteremo”. In conclusione un ringraziamento per tutti quelli che nel corso degli anni ha contribuito a questo traguardo: “Ringrazio di cuore tutti quelli che hanno lavorato con noi da quando eravamo Salerno Calcio indipendentemente dai ruoli, oggi abbiamo raccolto i frutti di un lavoro lontano”. La personale cavalcata di Marco Mezzaroma continua…(da.mad.)

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->