La denuncia: I fondi per la Terra dei Fuochi a Luci d’artista

Scritto da , 17 dicembre 2015

“Vincenzo De Luca chiarisca un aspetto inquietante. Per Luci d’artista a Salerno ha utilizzato i fondi destinati a Terra dei Fuochi ed alle imprese?”. Cosi in una nota Massimo Grimaldi, questore al personale e componente del gruppo “Caldoro Presidente” in Consiglio regionale della Campania. “Nel bilancio del Comune di Salerno – scrive Grimaldi – compaiono 909.075 euro per attività artistiche e culturali. Sarebbero fondi di Sviluppo Campania ex dgr 53/2015. Risorse che devono servire per rilanciare i prodotti e le imprese che hanno sofferto per il fenomeno ‘Terra dei Fuochi’. In particolare Sviluppo Campania avrebbe utilizzato le misure previste nell ‘Azione 8, Arte e cultura per Expo’. A Milano infatti fu immaginata una utile occasione per difendere le nostre eccellenze”.Per Grimaldi “la casa di vetro è sempre più opaca. De Luca chiarisca se si tratta di fondi destinati a dare risposte a Terra dei Fuochi. Ci spieghi quale sarebbe il legame poi fra Expo e Luci d’artista e ancora con quale criterio a Salerno vanno più fondi di Napoli. Perché, per una emergenza cosi grave, non si siano concentrate tutte le risorse fra l’area Nord di Napoli e Caserta. Sarebbe interessante conoscere il parere della presidente Ciarambino, alla quale invierò tutta la documentazione, e del Pd napoletano e casertano. Nella pubblica amministrazione si scelgono le priorità. Luci di artista è un bell’evento ma non è priorità. Iniziative che hanno quei numeri – conclude Grimaldi – si finanziano infatti con i privati e con gli sponsor, non solo con la mano pubblica. E’ vecchia politica”

Consiglia